Genius 13137 punti

Società semplici
Nelle società convenzionalmente definite "semplici" dagli antropologi, cioè nelle società prive di classi sociali e di organizzazione statuale, non esistono stratificazioni sociali basate su una divisione gerarchica del lavoro. In linea di principio tutti sono consumatori e al tempo stesso produttori.
Nelle bande di cacciatori-raccoglitori, generalmente costituite da venti o cinquanta individui, alcuni membri godevano di maggiore prestigio per le loro particolari capacità tecniche (intagliatori di ossa, costruttori di armi o collane, pittori) o per le loro conoscenze (sciamani e stregoni), che consentivano al gruppo migliori risultati nelle attività produttive o di superare eventuali situazioni di crisi, come per esempio i periodi di carestia o i momenti in cui si verificavano contrasti interni che avrebbero minare la coesione del gruppo.

Tendenzialmente gli uomini si dedicavano alla caccia e le donne alla raccolta, ma questa divisione del lavoro non creò una vera stratificazione sociale (data anche la grande importanza, per la sopravvivenza dei gruppi, della raccolta che provvedeva sino all’80 % al reperimento degli alimenti).

Alcuni individui del gruppo potevano essere impiegati esclusivamente, o quasi, in attività che non li esponevano ai pericoli della caccia e della guerra: in attività di tipo artigianale, come la fabbricazione degli strumenti o di tipo artistico, come l’incisione o la pittura.

La divisione gerarchica del lavoro
Nelle società basate sulla coltivazione e sull’allevamento si sviluppò gradualmente la divisione sociale del lavoro ed emerse un apparato organizzato distinto da quello produttivo. La vita della comunità era regolata da un gruppo ristretto di persone che basava il proprio potere sul controllo esclusivo di alcune tecniche. Si affermarono così progressivamente gli specialisti di determinate attività produttive ( fabbri), dell’arte militare (guerrieri) e delle funzioni religiose (sacerdoti).
Ciò rappresentava un significativo momento di passaggio alle cosiddette "società complesse" di una divisione gerarchica del lavoro, di classi sociali differenti e di un’organizzazione statuale.

Hai bisogno di aiuto in Preistoria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email