Nyxante di Nyxante
Ominide 325 punti

Il Mesolitico


Il Mesolitico (dal greco mésos, “in mezzo”) è un periodo caratterizzato dal raddolcimento del clima dopo numerose glaciazioni avvenute nel Paleolitico; è considerato un periodo di transizione e dura dal 10 000 all’8 000 a.C.
Le civiltà che si svilupparono in questo arco di tempo segnarono il passaggio da una vita nomade – caratterizzata da continui spostamenti e da un’economia basata su caccia e raccolta di prodotti non coltivati (come le bacche) – a una vita sedentaria (o stanziale), dove erano ben presenti l’allevamento e l’agricoltura.
Questo mutamento iniziò a verificarsi nella regione compresa tra l’Egitto e il Golfo Persico: la Mezzaluna Fertile. In queste zone alcuni gruppi di uomini cominciando ad addomesticare animali e a coltivare cereali, diedero inizio al passaggio da nomadi a sedentari e nel periodo Capsiano – 9 000 a.C. - alcuni gruppi umani cominciarono a stabilirsi in villaggi con abitazioni circolari.
Durante il Mesolitico si elaborano tecniche di lavorazione della pietra per costruire utensili per la caccia che devono essere adattati alle prede, infatti con il riscaldamento climatico i grandi migratori spariscono, lasciando spazio ad animali più agili e veloci.
L’uomo deve adattarsi al nuovo ambiente di foreste cresciute dopo la fine delle glaciazioni e assisterà a un incredibile crescita demografica.
Hai bisogno di aiuto in Preistoria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Mesolitico
Registrati via email