Sapiens Sapiens 13859 punti

L’età della pietra


Per centinaia di migliaia di anni, la pietra è stato l’unico strumento di cui si è servito l’uomo, ovviamente prima in forme più rudimentali e via via sempre più perfezionate. Per questo motivo, tale periodo viene chiamato età della pietra. Gli studiosi dividono l’età della pietra in tre periodi di diversa lunghezza: il Paleolitico, il Mesolitico ed il Neolitico. Occorre precisare che l’evoluzione del modo di vita non è avvenuta contemporaneamente su tutte le zone abitate; infatti, in alcune zone il passaggio da una fase all’altra ha avuto luogo prima ed in altre molto dopo.

Paleolitico


Il termine deriva dal greco: παλαιός [palaios], antico, e λίθος [lithos], pietra e quindi significa "età della pietra antica". Questo periodo ha avuto una durata di circa due milioni di anni, durante il quale ci furono importanti variazioni di clima che determinarono quattro ere glaciali. Al termine la specie umana portò a termine la sua completa evoluzione. L’uomo viveva in gruppi, generalmente era nomade anche se a volte era sedentario. Viveva di caccia e di raccolta, due attività che col tempo evolsero verso una forma di caccia più specializzata che includeva anche la pesca. Pare che la raccolta di bacche, radici o frutti selvatici fosse riservata alle donne e ai bambini, mentre gi uomini erano specializzati nella caccia di animali, soprattutto di grossa taglia nella pesca
In origine le abitazioni erano ripari naturali come grotte , a cui, col tempo, si aggiunsero capanne costruite con pelli e ossa di animali.
E’ durante questo periodo che l’uomo scopri il fuoco ed imparò ad accenderlo e a farne uso per proteggersi dagli animali feroci, per riscaldarsi, per illuminare ed anche per cucinare i cibi che fino ad allora, invece, erano consumati crudi.

Mesolitico


È il periodo intermedio dell' età della pietra che, per questo. significa l'età della pietra di mezzo. Durò dal 10.000 all’ 8.000 a.C. Dopo un’ultima glaciazione, i ghiacci si ritirarono per cui il clima diventò più mite o perfino desertifico nelle zone più calde. Alcuni animali come i mammut, scomparvero, mentre altri, come le renne, abituati al clima freddo, emigrarono verso il nord.


Dal punto di vista etimologico, il termine deriva dalle due parole greche νέος (nèos, "nuovo") e λίθος (lithos, "pietra") e quindi significa "età nuova della pietra". Esso va dall’ 8.000 al 3.000 a.C.. L’uomo imparò a lavorare la pietra per trasformarla in uno strumento sempre più perfezionato. Inizia a praticare l’agricoltura in modo sistematico e l’allevamento. E’ il momento in cui, stanziandosi in zone ricche d’acqua, impara a coltivare i cereali.

Hai bisogno di aiuto in Preistoria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email