La Francia è divisa in tre Stati: nobiltà, clero e borghesia. La nobiltà è caratterizzata dall'ancien regime e dal rovesciamento del rapporto fra ideale e potere ed entrerà in crisi perché rappresenterà il modello di uomo attaccato al potere; c'erano tre tipi di nobiltà:
-quella di corte;
-quella provinciale composta da nobili che vivono sul proprio territorio;
-quella di toga composta da persone che hanno ricevuto un titolo nobiliare in ricompensa dei servigi.
Il clero era diviso in due fazioni:
-alto clero (secondi figli delle famiglie nobili);
-basso clero (preti che vivevano della rendita del popolo e ricevevano la porzione congrua d'alto clero, ossia la porzione di soldi che rimaneva dalle loro rendite).
La borghesia sfruttò il popolo ed aveva un'economia redditiera (chi compra il terreno investendo i soldi). La borghesia professionistica composta da avvocati, notai e magistrati, credeva nell'illuminismo e combatteva per un ideale.

Ideale: cosa bella che capita e che non bisogna imporla con la forza (es: I conquistadores americani che vanno in America per esportare la civiltà).
Ideologia: progetto o invenzione da applicare che nasce da un singolo uomo e che per imporla c'è bisogno della violenza e si trasforma in totalitarismo (ad esempio Hitler che vuole eliminare gli Ebrei).
La rivoluzione francese nacque dalla ribellione della borghesia contro l'ancien regime. Nel 1774 salì al trono Luigi XVI che chiamò a dirigere le finanze Malershebes e Turgot che tentarono di far pagare le tasse agli aristocratici ma ciò scatenò i nobiliari e il re fu costretto a cacciare il ministro. A loro succedettero Necker, Calonne e Lómenie di Brienne e quest'ultimo il 1 maggio 1789 convocò gli Stati Generali, un'assemblea che non aveva poteri legislativi ma solo funzioni consultive composta daj rappresentanti dei 3 Stati che formavano la Francia. Ben presto si arrivò alla frattura fra il 3 Stato e l'aristocrazia e nacque l'Assemblea Nazionale Costituente col compito di elaborare una costituzione monarchica. Il 3 Stato ottenne il permesso di votare per testa (a persona) mentre prima si votava per ordine (i 3 Stati votavano separatamente). I disordini nelle campagne e la Presa della Bastiglia permisero la formazione di una Guardia Nazionale formata da borghesi e comandata da La Fayette per reprimere la rivoluzione: infatti trasferì la corte a Parigi per evitare guerre contro la famiglia reale. Il 20 Giugno 1971 il re Luigi XVI tentò la fuga ma fu arrestato a Varennes in Belgio. Nel Settembre 1971 si scioglie l'Assemblea Nazionale Costituente e nasce l'Assemblea Legislativa (sistema monocamerale).

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità