1)Il 20 giugno 1789 Luigi XIV decide di sciogliere l'assemblea di qui si proclamò il Terzo Stato, ma i deputati si riunirono nella sala della pallacorda e fecero il giuramento che non si sarebbero separati finché la Francia non avrebbe avuto un nuovo ordinamento che nacque il 9 luglio 1789.
2)La Francia nel 1792 si scontra con la potenza di Austria facendo appello all'orgoglio nazionale e successivamente si schiera anche la potenza di Prussia.
3) Oltre a Prussia e Russia si scontra anche con la Gran Bretagna che da inizio a una coalizione francese perché si sente minacciata nei suoi interessi vitali.
4) Ci fu la controrivoluzione in Vandea perché i ceti sociali, contadini e cittadini volevano ripristinare la monarchia, ed è chiamata controrivoluzione perché appunti essi dopo un periodo di scontri in Europa volevano tornare alla situazione preesistente.

5) La costituzione civile del clero fu votata nel 1790 e i vescovi e curati diventarono funzionari dello Stato.
Così ci fu una scissione del clero francese:
- da una parte i parroci che fanno il giuramento e di qui 7 su 130 sono vescovi chiamati costituzionali
- dall'altra parte i refrattari che appunto non giurarono invece
6) La Francia ha cambiato tre volte la forma di governo.
All'inizio c'era una monarchia assoluta, poi il 3 settembre 1791 diventa una monarchia costituzionale e infine nel 1792 diviene una Costituzione che da inizio alla seconda fase rivoluzionaria.
7)La convenzione nazionale è divisa in forze politiche:
- circa 200 girondini capeggiati da Brissot e che risiedevano alle destra della convenzione ed erano sostenitori di una economia politica liberista
- quasi 200 montagnardi chiamati così perché appartenenti alla montagna ed erano situati alla sinistra del presidente dell'assemblea
- infine abbiamo i deputati situati su una pianura volgarmente detta Palude e non erano ben caratterizzati politicamente infatti oscillavano tra i due partiti, quello di destra e quello di sinistra.
8) Nel 10 giugno 1794 Robespierre fa arrivare al culmine la sua dittatura ed ecco che entra in gara la legge dei sospetti che cancellò le residue parvenze di legalità, i giudici non erano molto d'accordo e così venne ghigliottinato.
Così inizio il periodo di terrore prima rosso e poi bianco chiamato così per il colore della bandiera borbonica, promossa dalla gioventù parigina.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email