pser di pser
Ominide 5819 punti

RIFORME DEL 1790

Il popolo incoraggiava i membri dell’Assemblea a continuare i loro lavori e i membri, sentendosi appoggiati dal popolo, iniziarono a promulgare le prime leggi: la prima fu l’abolizione del regime feudale, che in realtà fu anch’esso un atto simbolico in quanto il regime feudale, così come si era visto in Europa durante il Medioevo, non era mai stato abolito, ma la sua applicazione restava confinata a zone isolate delle campagne e in seguito, ma questo era comunque questa rappresentava un taglio netto rispetto al passato. Il passaggio successivo fu invece l’emanazione dei diritti dell’uomo e de cittadino, di chiaro stampo americano, in quanto si rifaceva alla dichiarazione di indipendenza delle colonie e vi si sottolineano alcuni diritti fondamentali di ogni governo.
Si delineava quindi un clima favorevole alle grandi riforme e l’Assemblea in seguito si concentrò su uno dei problemi più importanti del Paese e che aveva scatenato la Rivoluzione: i problemi finanziari dello Stato. I membri capirono che, per rimpinguare le casse dello Stato e abbassare il debito pubblico, era necessario prendere i beni alle persone che ne avevano a disposizione e tra essi sicuramente la Chiesa aveva palazzi, terre e possedimenti, secoli di donazioni provenienti da privati che costituivano il loro patrimonio che però dipendeva dal papa e dai ministri della chiesa di Roma in maniera diretta. Con il provvedimento promulgato dall’Assemblea tutti questi beni vennero confiscati, per cui ciò comportò un grosso problema: lo Stato, infatti, con il solo possesso di tali beni non poteva trarne il ricavato sperato in breve tempo, bensì era necessario trovare immediatamente degli acquirenti per i beni e ciò non era molto fattibile, in quanto era impossibile trovare degli acquirenti per tutti i beni sequestrati; per cui non era un affare nell’immediato e un secondo problema era costituito dal fatto che quando essi sono venduti sono persi.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email