Ominide 4865 punti

La Rivoluzione Americana


    Le prime colonie inglesi erano sorte nell'America del Nord, nella fascia costiera compresa fra l'Oceano Atlantico e la catena dei monti Allegheny.

    Gli abitanti delle colonie inglesi provenivano dall'Inghilterra, dalla Scozia, dalla Francia, dall'Irlanda e dalla Germania.

    La popolazione che abitava nelle colonie inglesi era unita dalla comune ostilità nei confronti della madrepatria e dallo stesso progetto, ovvero fondare un mondo nuovo, indipendente dall'Inghilterra.

    I coloni si dedicarono a svariate attività quali: l'agricoltura latifondistica, l'artigianato, il commercio (in particolare quello di schiavi neri) e l'industria.

    Thomas Jefferson fu il principale estesore della Dichiarazione di indipendenza, attraverso la quale le colonie si dichiaravano indipendenti dall'Inghilterra con il nome di Stati Uniti d'America ed enunciavano i propri diritti; George Washington giocò un ruolo fondamentale in quanto, quando la situazione volgeva per il peggio per i coloni, egli riuscì a tenere unite le colonie e a fronteggiare la situazione;

    Benjamin Franklin, invece, riuscì ad isolare completamente l'Inghilterra, attraverso l'azione diplomatica compiuta in Europa: innumerevoli paesi, infatti, appoggiarono i coloni e, l'Inghilterra, messa alle strette dovette riconoscere l'indipendenza dell'America.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email