Video appunto: Nascita degli Stati

La nascita degli Stati



La religione quindi offre due vantaggi alle società centralizzate:
- Aiuta a risolvere il problema della convivenza pacifica tra estranei, creando un legame comune che va al di là della parentela.
- Fornisce motivazioni di carattere idealistico per il sacrificio della vita (cioè pochi soldati che muoiono in battaglia sono il prezzo da pagare per avere una società più efficiente nelle conquiste)

- Stati: il numero di abitanti cresce e arriva al milione.
Il villaggio principale diventa una capitale vera e propria mentre gli altri insediamenti diventano città che differiscono dai villaggi per la presenza di opere pubbliche e palazzi oltre che per l’accumulazione di capitale attraverso le tasse e la maggiore concentrazione abitativa. I primi stati erano guidati da un super capo il cui titolo era ereditario. Erano caratterizzati da un’economia basata sulla ridistribuzione e sulla specializzazione. Era più forte la schiavitù perché occorreva più manodopera per i lavori pubblici.
La risoluzione dei conflitti interni in uno stato avviene attraverso le leggi e la polizia. Nei primi stati esisteva una religione ufficiale e molti re erano considerati divinità.

Anche nelle zone ad alta densità abitativa gli sconfitti non hanno vie di fuga, ma i vincitori hanno interesse a lasciarli vivere perché possono rendergli schiavi, o chiedere tributi. Questa fu la dinamica più frequente durante la fondazione di stati e impari in epoca storica.