Ominide 4553 punti

Francia sotto il dominio di Luigi XIV: sistema politico ed economico


La Francia sotto il dominio di Luigi XIV, avendo rafforzato il proprio potere interno, mira a nuove espansioni territoriali. L’assolutismo che si struttura come governo autoritario e privo di vincoli, si trasforma inevitabilmente in un tipo di governo militarista rivolto verso l’esterno e le nuove conquiste. La seconda metà del 1600 è dominata dall’egemonia della Francia che durante questo periodo allarga enormemente i suoi confini riuscendo a fondare diverse colonie nel nord America. Così la Francia diventa lo stato militarmente più potente del 1600 e nessun altro governo riesce ad opporvisi.
Durante il regno di Luigi XIV viene costruita la regge di Versailles che ha due scopi principali. Da un lato doveva mostrare visivamente e simbolicamente il potere del sovrano, inoltre essa è costruita secondo uno schema ed un modello ben preciso in cui ogni cosa rappresenta il potere del sovrano; inoltre essa si propone come un luogo isolato in cui accentrare il potere.
Luigi XIV non sceglie più i suoi funzionari tra le vecchie e potenti famiglie, ma attribuisce il potere a “nuovi nobili” (nobiltà di toga) che è formata da persone che devono al sovrano obbedienza e servizio totale e che sono legate a lui totalmente e che sono quindi più facili da controllare rispetto alla vecchia nobiltà.

Sistema economico


La politica economica della Francia durante il regno di Luigi XIV è il Colbertismo. Prima del mercantilismo in Francia non c’era una politica economica nazionale perché, prima dello stato assoluto di Luigi XIV, gli stati Europei erano ancora all’interno di un sistema economico feudale: ogni territorio si autogestiva e attuava una politica di autosufficienza. L’elemento che fa del mercantilismo una politica assolutamente diversa dalla politica economica che caratterizzava gli stati europei durante il feudalesimo è la forte partecipazione dello stato nel gestire il sistema economico.
Anche l’economia, come tutto ciò che riguarda lo stato, deve essere sotto il totale controllo di chi esercita il potere: la politica economica è una politica accentrata che ha lo scopo di accrescere l’autorità del sovrano. Dal punto di vista politico tutto, anche ciò che sembra meno importante, ha il fine di accrescere il potere assoluto del sovrano.
Dunque, la politica economica prima del mercantilismo era l’economia feudale. Il mercantilismo è una politica accentratoria.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email