Mongo95 di Mongo95
Ominide 6642 punti

La Repubblica nelle varie costituzioni


L’esordio è sempre lo stesso, ma assume significato diverso a seconda delle fasi storiche che le costituzioni riflettono: Art. 1, la Repubblica francese è una e indivisibile. Nel 1791 lo era in modo contrario ai ceti, poi contro il potere dei Dipartimenti nel 1793, ora nel senso che non ci possono essere parti del Sovrano che si possono separare dalle altre. La rappresentanza è unica. Sovrano è appunto l’universalità dei cittadini francesi, art. 2. Con i montagnardi i Dipartimenti avevano perso peso politico ed elettivo, conservando solo quello amministrativo. Adesso, nell’art. 3, si parla di nuovo della divisione del territorio in Dipartimenti, che vengono enumerati uno ad uno. Ciò implica che non possono essere mutati tanto facilmente, senza cambiare la costituzione. Si vanno poi a suddividere in Cantoni e poi Comuni. Assumono importanza anche elettiva.
Nel Titolo II si parla dei cittadini, cioè cittadino francese è ogni uomo nato e residente in Francia, di 21 anni compiuti, che si è fatto iscrivere nel registro civico del suo cantone, avendo poi risieduto in territorio francese per un anno e pagato contributo diretto, fondiario o personale. È cittadino chi versa le tasse, e non vive di assistenza pubblica. Per iscriversi a questo registro ci si deve recare all’amministrazione del proprio Comune e iscriversi al registro comunale con il versamento di un contributo pari a tre giornate di lavoro agricolo. Cittadinanza basata sul censo, con solo i cittadini che possono votare. Quindi viene reintrodotto il voto per censo, con estromissione di parte del popolo. Voto che è dunque considerato una funzione, non un diritto. Voto che è anche indiretto, con assemblee primarie in cui i cittadini domiciliati all’interno di un cantone votano degli “elettori” e gli amministratori pubblici a livello municipale. Gli elettori poi si riuniscono in assemblee elettorali, scegliendo i deputati e gli amministratori a livello dipartimentale. Il sistema censitario si ripete anche a questo secondo livello, con la possibilità a diventare elettore soltanto per chi ha una rendita del valore variabile tra 150-200 giornate di lavoro.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email