Ominide 1909 punti

Filippo II fu un sovrano austero , tormentato , controriformista incallito , governò a lungo stando però sempre fermo a Madrid nel suo palazzo dell'Escorial e in particolar modo nella sua biblioteca a leggere tutti i documenti ufficiali del suo articolato governo, composto da quattordici “ministeri”, alle cui sedute partecipava sempre in prima persona.Nacque il sedici gennaio del 1556 e morì il tredici settembre 1598 e nel corso della sua vita ebbe i titoli di Re di Sicilia , Re di Napoli , Re di Portogallo , duca di Milano , duca delle Fiandre duca di Borgogna , Re del Perù , Signore del Vicereame della Nuova Spagna e delle Filippine, re consorte d'Inghilterra e d'Irlanda e Arciduca d'Austria.
Leggendo anche solo velocemente tutti i titoli di cui si poteva vantare è facile capire poiché si dicesse che sul suo impero non tramontava mai il Sole.
Il suo potere assoluto sfociava pure nell'ambito religioso essendo anche capo della chiesa nazionale, della famigerata Inquisizione spagnola nonché colui che nominava i preti.

Questo potere fu però minato dall'eccessiva burocratizzazione e corruzione e la gestione economica fu fallimentare a causa delle guerre, dei controlli effettivamente inefficienti , del basso prodotto interno lordo , del degrado delle coltivazioni sottosviluppate

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità