Mongo95 di Mongo95
Ominide 6473 punti

Nelle colonie inglesi in Nord America inizialmente non si riscontra sempre lo stesso diritto. C’erano in genere Statuti, Carte su cui si basava l’organizzazione politica, economica e sociale, che erano anche molto differenti. Coerentemente all’impostazione data al Governo in Inghilterra, anche qui non tutto era scritto e fissato, ma grande spazio alle consuetudini, con questioni spesso risolte in loco e di caso in caso.
È difficile identificare lo status di “colonia”. Si hanno sì delle forme di governo, che però variano, soprattutto nel senso che talvolta si riscontra subordinazione totale alla Corona, oppure una certa autonomia. Risoluzione politica della problematiche, in base ai rapporti di forza, oppure la necessità di creare del diritto. William Blackston, autore del primo tentativo di raccogliere il “diritto pubblico” inglese, ritiene si debba distinguere tra due tipi di colonie:

a. Conquistate (conquered), cioè strappate ad altre potenze coloniali, quindi si suppone la presistenza di una vita organizzato con proprie leggi, costumi e istituzioni, se non un vero e proprio corpus di leggi. Inizialmente si dovrebbe rispettare il diritto stabilito e solo col tempo e la consuetudine importare le istituzioni inglesi.
b. Stabilite (settled) , cioè costituite ex novo, territori dove non esiste alcun tipo di tradizione giuridica, sociale e istituzionale ben definita. Sono da considerarsi come terra facente parte del Regno inglese in toto, senza residui di altre tradizioni, quindi bisogna rendere partecipi gli abitanti dei diritti di cui godono i sudditi inglesi, cioè anche la forma di governo della Madrepatria. Sono dominio effettivo del Re.
Dopo il Bill of rights del 1689, non si può più parlare di potere della Corona e suo monopolio nel possedere la colonia. Le colonie istituite in periodo di monarchia costituzionale possiedono anche il diritto parlamentare.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze