pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Seconde invasioni - I Normanni


I Normanni, un nome generico (“uomini del nord”) con cui furono denominate differenti popolazioni (Vichinghi, Variaghi) provenienti dalla penisola scandinava, furono protagonisti dapprima di incursioni piratesche e poi di conquiste territoriali che incisero profondamente sulla storia di importanti regioni europee. L’espansione normanna, di cui non conosciamo le cause, fu favorita dalla particolare tipologia di imbarcazioni (snekkia), con cui riuscivano a risalire i fiumi assediando così località apparentemente protette, e si propagò a raggiera non solo in Europa del nord, ma anche lungo il corso di fiumi dell’Europa orientale spingendosi fino a Bisanzio. Lo stanziamento in Gallia settentrionale (che poi prese il nome di Normandia) fu assai importante per le vicende dell’Europa settentrionale, in quanto dopo duri contrasti con i Franchi in età carolingia nel 911 fu riconosciuto dal re Carlo il Semplice come Ducato. Da lì, desiderosi di acquisire nuovi territori, avviarono nuove spedizioni e, assoldati da signori bizantini e longobardi in lotta tra loro, tra il 1050 e il 1080 strapparono agli Arabi il dominio sulla Sicilia e ai Longobardi quello di gran parte dell’Italia meridionale. Quasi contemporaneamente, nella battaglia di Hastings (1066) il duca di Normandia Guglielmo sconfisse l’esercito del re Arnoldo ponendo fine al dominio anglo-sassone.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove