Nyxante di Nyxante
Ominide 325 punti

Il regno di Francia e il regno di Sicilia


Il Regno di Francia nel XI secolo

Dal piccolo nucleo che i Capetingi erano riusciti a conquistare, il Regno di Francia riesce a espandersi grazie a due importanti fattori:

-i Capetingi riescono a far riconoscere dai signori feudali la superiorità del sovrano;

-l'espansione territoriale grazie a manovre diplomatiche-matrimoniali o spedizioni militari.

Con ciò il Regno di Francia riesce ad allargare il proprio dominio fino a quasi l'attuale territorio francese.

Il regno di Sicilia nel XI-XII secolo


Sin dal 1000 alcuni gruppi di normanni si stanziarono nell'Italia Meridionale, guidati da Roberto il Guiscardo. Essi iniziano a creare un regno vicino all'attuale città di Melfi.
Roberto il Guiscardo riuscirà a sconfiggere più volte l'esercito bizantino, imponendo la sua autorità. Suo fratello (Ruggero d'Altavilla) riuscirà, invece, a conquistare la Sicilia - allora occupata dagli Arabi - nel 1091 d.C.
Ruggero II d'Altavilla unificherà nel 1100 (c.a) i possedimenti dei due fratelli costituendo il Regno di Sicilia; nel 1130 il regno sarà riconosciuto dal pontefice e Ruggero II stabilisce il principio ereditario del trono del Regno di Sicilia.
Nonostante il grande e rapido sviluppo del regno, i baroni iniziano a richiedere autonomia, cosicché Ruggero II redige il catasto (un documento con elencate tutte le terre nel Regno, evidenziandone il proprietario e l'estensione) sull'orma di ciò che aveva fatto Guglielmo il Conquistatore in Inghilterra.
Alla morte di Ruggero II però, comunque i baroni continuano a ribellarsi, ma gli Altavilla riescono a tenere testa.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email