Ominide 14725 punti

Poteri universali

Papa Innocenzo III per affermare la supremazia della Chiesa sull’impero influenza la lotta per la successione imperiale: sostiene Federico II contro Ottone di Brunswick. Il re di Francia si schiera con Federico II, il re d’Inghilterra con Ottone. Nel 1214 i francesi vincono la battaglia di Bouvines e Federico II diventa re di Germania (titolo necessario per diventare poi imperatore; viene incoronato imperatore del Sacro Romano Impero nel 1215 ad Aquisgrana).
Nel 1215 il papa Innocenzo III, da sempre alleato di Federico, convoca il IV Concilio lateranense dove afferma il primato assoluto del papa su tutte le altre autorità. La chiesa è però molto criticata dall’Europa per la sua corruzione morale e decide quindi di istituire il tribunale per l’Inquisizione e delle crociate interne per distruggere gli eretici (eresie= idee contro la chiesa).

Intanto in Inghilterra, dopo aver subìto la sconfitta dei francesi, il re inglese Giovani Senzaterra concede alla nobiltà feudale la Magna Charta Libertatum nel 1215 e istituisce un Consiglio generale del regno.
Nel 1220 Federico II viene incoronato nuovamente, questa volta dal papa Onorio III che era succeduto a Innocenzo III: stavolta l’incoronazione è a Roma ed è ufficiale; Federico deve però promettere al papa di condurre la quinta crociata per riconquistare Gerusalemme.
Federico II però non apprezza il nuovo papa e, senza rispettare i patti, unifica la corona imperiale e quella normanna e inoltre rimanda la crociata per occuparsi di affari interni al regno.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Crisi dei poteri universali (2)