Genius 13146 punti

Il papato di Gregorio I

Il vero creatore del potere temporale della Chiesa fu Gregorio I, detto “Magno” (cioè “il Grande”), che fu papa dal 590 al 604. Gregorio proveniva dalla famiglia degli Anicii (una delle più antiche dell’aristocrazia senatoria) ed era stato ambasciatore alla corte di Costantinopoli. Tocco proprio a Gregorio I, uomo volitivo e abile, il compito di organizzare la difesa e l’approvvigionamento di Roma e del territorio circostante, assumendo quindi il ruolo di un capo politico.
Egli trattò sia con il duca di Spoleto sia con il re Agilulfo per salvare Roma durante i primi decenni dell’espansione longobarda. Dopo la sua morte, questo indirizzo politico fu proseguito dai suoi successori che divennero personaggi di primo piano sulla scena storica dell’Europa medievale. Così, mentre in Oriente il patriarca di Costantinopoli era strettamente controllato dallo Stato imperiale, in Occidente il papa poté man mano sviluppare il proprio potere e la propria autorità libero da ogni interferenza.

Gregorio non si limitò ad amministrare il territorio di Roma, ma condusse una vera e propria politica estera in piena autonomia. Cercò, infatti, di ritagliarsi un ruolo negli scontri tra Longobardi e Bizantini; era poi in corrispondenza diplomatica con le corti dei regni romano-barbarici e trattava da pari a pari con lo stesso imperatore d’Oriente. Presso le corti dell’Europa occidentale il suo prestigio di capo della Chiesa cattolica lo rendeva particolarmente autorevole; non bisogna inoltre sottovalutare l’influenza esercitata presso i re germanici dagli ecclesiastici e dai monaci, i soli detentori della cultura.

Tra le notevoli iniziative di Gregorio Magno occorre ricordare, oltre al processo di cristianizzazione del popolo longobardo, anche quello dei popoli anglosassoni: egli inviò tra l’altro presso di loro, perché vi svolgesse opera di evangelizzazione, Agostino di Canterbury, il quale nel 601 venne nominato “primate” d’Inghilterra (ossia vescovo della più importante diocesi di quello Stato). All’azione politica, missionaria e di amministrazione si affiancò poi l’attività di diverse opere di argomento teologico ed ecclesiastico che rimasero capisaldi della cultura medievale.


Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove