Il monachesimo

Il monachesimo è di due tipi:
- Monachesimo di ispirazione anacoretica (ovvero gli eremiti)
- Monachesimo di ispirazione cenobitica.
Il monachesimo come modello da seguire di organizzazione della società ha avuto molta importanza, ci sono delle regole che devono essere rispettate da chi aderisce.
La regola benedettina è la regola monacale più importante è la regola di una comunità organizzata secondo precise regole di condotta direttamente da un abate eletto dalla maior et sanior pars. I monaci devono rispettare le regole imposte dall'abate a pena di espulsione. L'espulsione dalla comunità corrisponde all'esilio, alla scomunica da parte della civiltà cristiana, rappresenta la solitudine. Siamo in un periodo in cui l’Europa viveva momenti tragici, guerre, invasioni, dunque la comunità rappresentava la sicurezza.
Per ottenere la sicurezza si è disposti a cedere tutti i propri beni per vivere sotto il castello di un potente, il cui unico scopo è quello di evitare gli assalti esterni.
I monaci non lavoravano soltanto nei campi, erano certamente pionieri di tecniche agricole, ma lavoravano anche nell'ambito dell'attività intellettuale.
I Monasteri sono stati il più importante fattore di trasmissione della cultura.
L'abate domina la vita del convento, dopodiché si affiancherà la badessa, a capo di un convento di un monastero femminile. La badessa può amministrare tutte le proprietà della chiesa. L'abate è eletto per voti, maior et sanior pars, non si sa come funzionasse questa formula, è una formula maggioritaria, (non all’ unanimita') è una maggioranza degli uomini più prudenti, avveduti, degli uomini della comunità, coloro che valgono poco non possono contribuire all'elezione dell'abate. L'abate deve essere una persona competente, e deve essere eletto il migliore.

I penitenziali

I penitenziali sono un elenco di penitenze, si diffondono all'interno del monachesimo, e hanno origine nell’Europa continentale e insulare. Una fonte principale è il monachesimo irlandese. Si tramandano così dei manoscritti che costituiscono i penitenziali, erano un mezzo per guidare la comunità, i fedeli, gli appartenenti al clero, e riguardano particolari condotte.
I comportamenti repressi sono contro la persona e a natura sessuale, adulterio, atti impuri, o l'omicidio. Nell'ambito dell'omicidio si distingue moltissimo l'elemento soggettivo, vi è una cura e considerazione dell'elemento soggettivo. All'interno dell'elemento soggettivo vengono date sanzioni diversificate a seconda della gravità dell'elemento soggettivo.
Il sangue non deve essere versato, la chiesa non uccide nessuno, anche di fronte all'eresia, passa l'eretico al braccio secolare, sarà dunque lo Stato a commettere il crimine. La condanna alla pena capitale è eseguita dal braccio secolare, dallo stato.
Troviamo elenchi di penitenze secondo criteri di proporzionalità in rapporto alla gravità del peccato. Questo è indice di modernità.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email