Ominide 11266 punti

Nel Medioevo: la prima idea di Europa


La crisi e la caduta dell’Impero romano provocano uno sconvolgimento totale delle abitudini e dei costumi che i Romani avevano diffuso in un territorio vastissimo, comprendente gran parte dell’Europa. Nonostante l’estensione l’Impero romano non era certamente un’unità dal punto di vista culturale e l’arrivo dei barbari portò un periodo di incertezze e confusione in cui si svilupparono i regni romano – barbarici. Proprio in questo primo periodo del Medioevo si sente la necessità di riordinare, di riunificare non solo le terre, ma anche i popoli, le culture, le credenze religiose ecc.
Ed è così che solo nel Medioevo l’idea di Europa prende consistenza e diventa una realtà concreta: in questi secoli si verifica l’unione tra i popoli latini e latinizzati che portano con sé il bagaglio culturale della civiltà romana (soprattutto la lingua e il diritto) e i popoli barbari germanici, slavi e asiatici, che in varie ondate successive penetrano nel continente provocando terribili distruzioni. L’incontro tra queste differenti popolazioni è reso possibile dal cristianesimo che riveste un ruolo di primo piano nella formazione dell’entità etnica, politica e territoriale europea. All’interno del cristianesimo vi sono due elementi fondamentali, importanti per la nascita dell’Europa: da una parte il lavoro infaticabile dei monaci che dall’Italia, dall’Irlanda (convertita nel VI secolo d.C.) e da Costantinopoli si dirigono verso il centro del continente cristianizzando i popoli germanici e slavi; dall’altra l’opera dei papi, i cui ideali di unità e universalità riescono a raccogliere attorno all’ideale cristiano popoli e culture così diverse fra loro. Una delle figure più significative di questo processo di unificazione fu San Benedetto da Norcia che, proprio per l’importanza dell’opera missionaria e unificatrice compiuta dall’Ordine dei Benedettini da lui fondato, è stato nominato patrono dell’Europa. Nei secoli in cui accadono gli avvenimenti che abbiamo appena ricordato il territorio europeo subisce trasformazioni incredibili e la natura in alcune zone viene rovinata e distrutta (disboscamenti incontrollati) in altre prende il sopravvento sull’azione dell’uomo e vasti possedimenti coltivati vengono abbandonati tornando paludosi fin quando la paziente opera dei monaci li riporterà alla produttività.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017