Ominide 261 punti

Cenni su Worcester e Hereford

Worcester

L'area occupata oggi dalla città è stata abitata sin dal neolitico. Il luogo fu poi scelto dai romani per costruirvi un forte sulla strada che andava da Glevum (Gloucester) a Viroconium (Wroxeter). Al tempo dell'insediamento degli Anglo-Sassoni la città fu scelta come sede vescovile. Nel 680 iniziò la costruzione della cattedrale ad opera del vescovo Bosel. Nel 1041 la città fu quasi interamente distrutta a seguito di una rivolta contro le tasse imposte dal re Canuto II. Fu in seguito attaccata tre volte (nel 1139, 1150 e nel 1151) durante la gurra civile per la successione al trono tra Stefano d'Inghilterra, l'ultimo re normanno, e sua cugina l'Imperatrice Matilda, figlia del re Enrico I. Nel tardo medioevo la popolazione aveva raggiunto i 10.000 abitanti e l'industria tessile era divenuta una componente importante dell'economia locale.

Il 3 settembre del 1651 poco lontano da Worcester, vicino al villaggio di Powick, fu combattuta una importante battaglia della guerra civile. I sostenitori di Carlo II furono sconfitti ed il re si rifugiò dapprima in Shropshire per poi raggiungere la Francia. La città fu fedele alla causa del re durante la guerra e per questo motivo si guadagnò l'appellativo di "città fedele". Nel XVIII e nel XIX secolo la città ebbe uno sviluppo industriale. La fabbrica di porcellane di Worcester venne fondata nel 1750 e costituisce ancora oggi un'importante attività economica. Negli anni cinquanta e sessanta del secolo scorso larghe sezioni del quartiere medievale sono state demolite. I confini attuali della città risalgono al 1974, quando vennero assorbite nei confini cittadini, le comunità di Warndon e St Peter the Great.
Tra i monumenti cittadini di rilievo spicca su tutti l'imponente cattedrale gotica che domina la riva sinistra del Severn. Notevole è il coro in stile gotico costruito tra il 1220 el 1260. Di fronte al presbiterio è posta la tomba del re Giovanni Senza Terra. Non lontano dalla cattedrale sono situati i fabbricati della fabbrica di porcellana Royal Worcester, che ospitano il Dyson Perrins Museum, dedicato alla porcellana.

Il monumento più importante è la cattedrale gotica che domina la riva sinistra del fiume Seven.

Herford

Hereford fu fondata dai sassoni nel VII secolo come roccaforte difensiva a presidio del confine con il Galles. Intorno al 670, avendo i sassoni respinto ad ovest i gallesi, fu eletto il primo vescovo di Hereford. Dopo la conquista normanna fu accentuato il ruolo di bastione difensivo della città ampliandone il castello.

La cattedrale fu edificata sul luogo dove sorgeva la tomba di St Ethelbert. Varie chiese vennero edificate sul luogo fino a che nel 1079 il vescovo Robert di Lorena diede inizio alla costruzione della cattedrale in stile normanno. I lavori proseguirono nei secoli successivi adottando lo stile gotico. Dopo la sconfitta dei gallesi ad opera di Edoardo I la città perse il suo ruolo militare e prosperò con il commercio laniero.
Durante la guerra civile la città fu conquistata da entrambe le fazioni in lotta diverse volte. Il 30 settembre 1642 le truppe fedeli al Parlamento e guidate da Robert Harley e Henry Grey si impossessarono della città senza incontrare resistenza. Nel dicembre successivo abbandonarono la città per l'arrivo di truppe lealiste. La città venne nuovamente conquistata per un breve periodo nella primavera del 1643 dalle truppe del Parlamento. Il 31 luglio 1645 un esercito di scozzesi guidato da Alexander Leslie mise la città in stato di assedio incontrando una forte resistenza da parte della guarnigione e degli abitanti. Il primo settembre, alla notizia dell'arrivo delle truppe lealiste, gli scozzesi si ritirarono. La città venne infine conquistata dalle truppe del Parlamento il 18 dicembre 1645. Nel 1786 la torre occidentale della cattedrale crollò distruggendo parte della navata.
Nel dicembre 1853 la città fu raggiunta dalla ferrovia che la collegò alle città del Galles meridionale e negli anni successivi a Worcester, Gloucester e Brecon. Grazie alle comunicazioni ferroviarie ebbe impulso lo sviluppo dell'industria, specie la produzione dei mattoni. Durante la seconda guerra mondiale, per l'isolamento della città che la proteggeva dai raid aerei, si dette inizio alla produzione di munizioni.

La città di Hereford fu fondata dai sassoni nel VII secolo e si trovava al confine con il Galles. Inizialmente aveva un ruolo militare,ma dopo la sconfitta dei gallesi ad opera di Edoardo I la città perse questo ruolo e prosperò con il commercio laniero.

Nel dicembre 1853 fù creata una ferrovia che la collegò alle città del Galles meridionale e negli anni successivi a Worcester, Gloucester e Brecon. Grazie alle comunicazioni ferroviarie ebbe impulso lo sviluppo dell'industria, specie la produzione dei mattoni. Durante la seconda guerra mondiale, per l'isolamento della città che la proteggeva dai raid aerei, si dette inizio alla produzione di munizioni.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email