Ominide 3880 punti

In Germania nel XII secolo si era aperta un’aspra lotta per la successione al trono germanico, che vedeva da un lato i duchi di svevia e dall’altro quelli di Baviera. A un accordo si giunse nel 1152 con l’elezione di Federico I, detto Bararossa. Nel 1154 Federico scese in Italia per ottenere la consacrazione imperiale dal papa e per stabilire l’autorità dell’impero sul territorio. In Germania, Federico era stato raggiunto dai rappresentanti del comune di Lodi, che avevano denunciato la politica espansionistica della vicina Milano, il comune più potente e ricco d’Italia. Nel meridione, esisteva ormai il regno normanno, di cui Federico non riconosceva la legittimità. Barbarossa contrastò le aspirazioni espansionistiche di Milano, distruggendo Tortona, sua alleata. Inoltre riuscì nel suo intento di riportare a Roma l’antico ordine: Federico ottenne l’incoronazione a imperatore.
Quando Federico scese per la seconda volta in Italia, nel 1158, era deciso a risolvere il problema dei comuni, egli intendeva riaffermare nel regno italico l’autorità imperiale. Federico reclamava i proventi dell’attività giudiziaria locale e tutte le tasse che avrebbero dovuto essere versate alle casse imperiali. Nel 1158 l’imperatore convocò la Dieta di Roncaglia nella quale rivendicò i suoi diritti: innanzitutto proibì ogni adunanza dichiarando di fatto illegale ogni aspetto dell’attività comunale. Inoltre richiese con forza le regalie, cioè i diritti inalienabili dell’imperatore: essi comprendevano i tributi percepiti sull’uso delle strade pubbliche, dei fiumi ecc…

Barbarossa aveva elaborato un programma politico rivoluzionario e potè farlo grazie alla collaborazione di alcuni giuristi formatisi nello Studium di Bologna. Furono i giuristi che riaffermarono il principio secondo cui il potere pubblico è dell’imperatore. Alla concezione del sovrano fonte di tutti i poteri, si aggiungeva la convinzione che egli avesse ricevuto il suo incarico direttamente da Dio.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità