La lotta tra i comuni italiani e Federico Barbarossa


Federico Barbarossa -> divenne imperatore nel 1152 del Sacro Romano Impero Germanico.
1122 -> fine lotta delle investiture, l'imperatore ha meno potere, mentre i grandi feudatari prendono più potere; si fanno molte pù guerre per determinare il migliore.

In Germania nascono due fazioni contrapposte:
- I Guelfi -> vogliono un imperatore originario della Baviera.
- I Ghibellini -> vogliono un imperatore originario della Svevia.

Cosa fa Federico Barbarossa?

- Mette pace tra i feudatari tedeschi
- Vuole sistemare la situazione italiana
1154 -> Federico viene in Italia con il suo esercito cercando di prendere il controllo del nord. Ci furono molti scontri.
1156 -> Federico tiene un'importante assemblea con tutti i rappresentanti dei comuni imperiali.
Dieta imperiale di Roncaglia -> l'imperatore riprende le regalie, tutti i diritti del re: diritto di esercitare ed amministrare la giustizia, diritto di coniare le monete, diritto di amministrare la città e riscuotere le tasse.
Federico manda un governatore imperiale nei principali comuni italiani; essi non obbediranno all'imperatore, alle imposizioni dell'assemblea e nel 1167 i comuni del nord fanno un accordo e si alleano, creando così la Lega Lombarda.
Molti comuni si preparano alla battaglia e formano un esercito, anche il Papa Alessandro III si allea con i comuni contro l'imperatore.
1176 -> scontro più importante: l'esercito di Barbarossa e l'esercito comunale si scontrano a Legnano (Battaglia di Legnano). I comuni vincono e si giungerà così alla pace di Costanza. L'imperatore concede ai comuni tutte le regalie, i poteri del re.

Federico parte per la III crociata dove viene ucciso. Salirà suo figlio Enrico con il nome di Enrico VI che sposerà Costanza D'altavilla, figlia del re di Sicilia di origine normanna.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email