Genius 38128 punti

Una vita breve e molto dura



Alla fine dell'era glaciale, circa 10.000 anni prima di Cristo, la popolazione del mondo intero assommava a circa 10 milioni di persone. In Europa vivevano soltanto poche decine di migliaia di individui, in grande maggioranza nomadi che si spostavano di frequente. Ogni persona, per vivere, aveva infatti bisogno della carne di almeno dieci renne o dieci bufali all'anno.
Perciò, radunati in piccoli gruppi composti da cinque o sei famiglie (in tutto, non più di trenta persone), uomini e donne si spostavano di continuo per seguire le mandrie di animali.
Durante il giorno gli uomini si dedicavano alla caccia e alla pesca, spesso allontanandosi anche di molto dal resto del gruppo o della tribù. Durante la loro assenza, le donne raccoglievano butta, bacche, radici, miele. Donne e fanciulle, inoltre, ricavavano indumenti dalle pelli degli animali uccisi, cuocevano il cibo e lo preparavano per la conservazione, o intrecciavano cesti.
Al tramonto tutti si radunavano intorno al fuoco: era il momento più importante della giornata. Veniva distribuito il cibo e, dopo aver mangiato, si raccontavano storie e leggende di caccia. A volte, quando due gruppi si riunivano, l'incontro veniva celebrato con musica e danze.
E uomo della preistoria aveva un grande rispetto per gli ammali, spesso raffigurati mirabilmente e dipinti sulle pareti delle caverne. Il rito della caccia era legato alla religione, e frequentemente lo spirito degli animali veniva invocato per riceverne aiuto e protezione.
La durata della vita era molto breve: poche persone superavano i trent'anni. Molte donne morivano di parto e quelle che sopravvivevano allattavano i loro piccoli fino a 3 anni, finché non avevano denti adatti al cibo degli adulti.
Esistono prove certe che quegli uomini avevano l'idea di ima vita oltre la morte. I defunti venivano infatti sepolti con i loro indumenti migliori e con i loro beni più cari: utensili, armi, a volte anche gioielli.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email