La terza rivoluzione industriale


La terza rivoluzione industriale si manifesta dopo la seconda guerra mondiale.
Sono state scoperte nuove fonti energetiche, nuovi sistemi di produzione, ci sono stati cambiamenti nel modo di comunicare, nuove tecnologie e ricerche scientifiche sempre più avanzate.
Questa rivoluzione ha aperto le porte alla nascita della bomba atomica, dell’astronautica (sbarco sulla luna), alle biotecnologie e soprattutto all’informatica.
Adesso è il terzo settore a dominare e non più il primario o il secondario.
La conseguenza della terza rivoluzione industriale è che il mondo è diventato un grande villaggio globale. Infatti la società attuale è una società di massa dove tutti imitiamo il modo di vivere degli Americani guardando trasmissioni americane e soprattutto mangiando al fast food, diffuso dal McDonald’s, una catena di ristoranti americana presente in tutto il mondo.
La più grande invenzione nell’era della terza rivoluzione industriale è stata l’informatica. La parola informatica deriva da due parole: informazione e automatica, quindi l’informatica è una informazione automatica.
Poi c’è stato l’avvento dei robot nelle fabbriche che ha sconvolto la produzione mondiale.
E’ nata anche la Telematica che è la fusione tra il PC e le telecomunicazioni, cioè internet. Internet inizialmente era stato inventato dall’esercito americano per scambiare informazioni durante la seconda guerra mondiale ma oggi internet è di dominio pubblico, chiunque sia dotato di una connessione ad internet può accedervi per fare di tutto. Internet viene descritto inoltre come una ragnatela mondiale, questo concetto è espresso dalla sigla WWW (Word Wide Web).
Lo scambio di merci e persone nel mondo avviene sempre più velocemente per via del fenomeno della globalizzazione. Le multinazionali giocano un ruolo importante in questo settore perché commerciano in tutto il mondo favorendo la globalizzazione.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email