Ominide 489 punti

Signoria dei Medici a Firenze


Anche in Toscana esisteva un vasto stato regionale di cui la città dominante era Firenze, che comprendeva i due terzi della Toscana compreso il porto di Pisa e quello di Livorno.
Firenze era dominata da tre o quattro famiglie di potenti, tra le quali emerse uno degli uomini più ricchi d’Europa, Cosimo de Medici, che era un ricco e famoso banchiere ed era soprattutto il banchiere del papato al quale era molto legato. Cosimo nel 1434 instaurò a Firenze un potere molto simile a quello della signoria, ma non si fece mai chiamare formalmente signore o principe e non ricoprì formalmente nessuna carica di governo, perché i fiorentini erano tropo attaccati alla loro libertà comunale e si sarebbero ribellati. Comunque Cosimo concretamente comandava tutta la politica della città sia interna che estera.
Cosimo ebbe anche un ruolo molto importante nella guerra tra Milano e Venezia, ponendosi come mediatore. Egli non agì con le armi, ma con il sistema che ancora oggi si chiama diplomazia e che fu introdotto proprio da lui. La diplomazia è la politica che si svolge mediante contrattazioni e trattati invece che con la guerra e si chiama così dalla parola diploma, che era il foglio su cui si scrivevano i termini degli accordi tra due stati.
Grazie a questa politica nel 1454, il doge e Francesco Sforza firmarono la pace di Lodi, fissando il fiume Adda come confine tra i reciproci stati.
La pace di Lodi inaugurò in Italia la politica dell’equilibrio, cioè ogni stato si impegnava a non espandersi ulteriormente attaccando gli altri. Questa politica durò fino al 1492 quando morì il suo grande promotore, cioè Lorenzo de Medici, nipote di Cosimo.
Lorenzo fu un personaggio molto importante e simbolo del mecenatismo, cioè della protezione data da un principe ad artisti, scultori, pittori, poeti, architetti, che in cambio davano lustro alla sua casata. Questo fu quello che fece Lorenzo de Medici che gli valse l’appellativo di Magnifico.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email