Ominide 30 punti

La reggia di Caserta


Il nuovo imperatore,Carlo di Borbone re di Napoli e Sicilia dal 1735 fino al 1759,voleva riorganizzare il regno sia per quanto riguardasse la cultura e sia per quanto riguardasse il profilo militare-amministrativo.
Perciò volle organizzare una grandissima reggia,tipo quella di Versailles che rappresentava le idee grandiose di Luigi XIV.
Questa reggia doveva essere diciamo moderna,che avesse cose preziose della generazione dei Borbone,che modernizzasse il Regno di Napoli e di Sicilia di modo stesse al passo con quello degli altri paesi europei e che diventasse il centro amministrativo della capitale Caserta.
Per realizzarla Carlo di Borbone si fece aiutare dall’architetto Luigi Vanvitelli,figlio di Gaspar Van Wittel.
Luigi Vanvitelli decise di farla tutta rettangolare,con quattro cortili interni,di modo che si facessero incontri militari al loro interno. Il suo progetto fu molto semplice e rigoroso,basato su leggi tecniche razionali.
La facciata è uniforme con sporgenze ai lati e al suo centro.
Vista da fuori è una costruzione molto semplice,ma all’interno è bellissima,piena di decori con un ingresso centrale,una grandissima scalinata d’onore e milleduecento stanze distribuite su tre piani.
Il risultato concreto del grandissimo progetto di Luigi Vanvitelli è molto più del risultato concreto finale.

Inoltre intorno ha un parco enorme con statue di eroi e divinità della mitologia classica.
Luigi Vanvitelli progettò anche l’Acquedotto Carolino,che serviva per alimentare le fontane della Reggia di Caserta.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Metti mi piace per copiare
Sono già fan
oppure registrati
Consigliato per te
Maturità 2018: come si fa il saggio breve? La guida completa