Popoli Mesopotamici - Sumeri


I primissimi uomini ad abitare Ia Mesopotamia (regione che si estende fra i fiumi Tigri ed Eufrate) non furono di razza semitica, ma appartennero ad una stirpe sconosciuta. Si chiamavano Sumeri.
Essi si autodefinirono. Gli uomini dalla testa nera: qualche studioso interpreta questa dicitura pensando che i Sumeri fossero di colorito scuro, qualche altro ritiene invece che avessero soltanto i capelli molto fitti e neri.
Ad ogni modo, a giudicare dalle sculture, i Sumeri erano piccoli di statura; parlavano inoltre una lingua che non siamo riusciti a decifrare. Probabilmente venivano dall’India.
Erano laboriosi e intelligenti e ben presto presero a coltivare regolarmente la terra, a costruire canali, pozzi, argini, grandi città come Uruk, Kiak e Ur.
I Sumeri furono abilissimi nel lavorare il rame (di cui il territorio Mesopotamico possedeva ricchi giacimenti che fecero sì che l’attività metallurgica divenisse di grande importanza), l’argento, l’oro, il piombo e il legno, e produssero oggetti perfetti, che esportavano ovunque. Assai belli erano anche i loro tessuti. I Sumeri organizzarono assai abilmente i loro commerci, anche grazie all'invenzione di una scrittura certamente più pratica ed agevole di quella degli Egiziani, la struttura cuneiforme, formata da tanti segni chiamati cunei.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email