Origine della vita e dell'uomo


Cinque miliardi di ani fa una nuvola di gas e polveri che si trovava nello spazio a ruotare ha incominciato improvvisamente a raffreddarsi e a diventare così solida. Da quel momento cominciarono a formarsi il Sole e i pianeti. All'inizio la Terra non era altro che una sfera infuocata e man mano che si raffreddava, iniziò a formarsi sulla sua superficie uno strato roccioso, chiamato poi crosta terrestre. Successivamente nacquero i continenti, iniziarono a formarsi i mari e le montagne. La vita sulla Terra comparve tre miliardi di anni fa e i primi esseri viventi si svilupparono nell'acqua, questi erano organismi molto semplici, come batteri e alghe. Al giorno d'oggi esistono ancora i resti di organismi viventi risalenti a milioni di anni fa. Questi si sono pietrificati, sono rimasti sulle rocce e sono stati chiamati dall'uomo fossili.
Successivamente si formarono molto lentamente organismi più complessi, come ad esempio i pesci, gli anfibi, i rettili, per arrivare poi alla specie dei mammiferi. Si passò lentamente da organismi molto semplici per arrivare poi a quelli più complicati. Questo processo è stato chiamato dagli scienziati: evoluzione.
L'uomo si è sviluppato a partire da specie animali precedenti. Le scimmie antropomorfe, come il gorilla e lo scimpanzé sono particolarmente simili all'uomo. Gli scienziati dicono che l'uomo e queste scimmie discendono dallo stesso antenato, al giorno d'oggi però ancora non si sa chi fosse questo antenato; l'unica cosa che sappiamo è che da esso derivano due famiglie: quella delle scimmie e quella degli ominidi. Le caratteristiche degli ominidi sono: la posizione eretta, il cervello più grande e la mano con le capacità manuali.
L'Australopiteco è il primo ominide del quale abbiamo notizie. Il suo nome significa "scimmia del sud". Il primo uomo invece risale a due milioni e mezzo di anni fa e a differenza dell'Australopiteco, questo ha acquisito la capacità di costruire strumenti, infatti è stato chiamato dagli scienziati "Homo Habilis" che significa letteralmente "uomo abile".
Solo cento mila anni fa è comparso l'uomo attuale, chiamato dagli scienziati "Homo sapiens sapiens".
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Luter King, Martin - La vita e il principio della non violenza