La famiglia degli dei


I Greci non avevano una vera e propria religione, non utilizzavano neppure un libro sacro e non avevano organizzazioni come la Chiesa. Si tramandavano invece i miti che riguardavano gli dei e gli eroi. Erano politeisti, perché gli dei in cui credevano erano tanti e questi dei avevano caratteristiche molto simili agli uomini; gli dei infatti, esattamente come l'uomo, amano, litigano, odiano. In più dell'uomo avevano soltanto una maggiore forza e l'immortalità, anche se molti di essi scompaiono per far affermare il dio Zeus, re dell'Universo.
Il luogo in cui abitavano le divinità greche era il monte olimpo, la più alta montagna della Grecia.
Gli dei si nutrivano di ambrosia e bevevano nettare, che servivano loro per renderli immortali.
I Romani credevano negli stessi dei, ma gli davano un nome diverso.
All'origine di tutto c'era il Caos, lo spazio da cui nacque Gea (la Terra). Da Gea nacque Urano, dio del cielo stellato e il primo re dell'Universo, Gea e Urano si sposarono, avendo numerosi figli, questi figli però vennero presto cacciati da Urano nell'Inferno dei Greci, il Tartaro. L'ultimo figlio nato da Gea e Urano fu Crono (per i Romani Saturno); Crono, insieme a sua madre Gea, riuscì a mutilare Urano, diventando così il secondo re dell'Universo. La sorella e moglie di Crono è Rea (per i Romani Cibele). Crono, per paura di essere spodestato divorava tutti i suoi figli, così Rea, quando nacque Zeus, lo nascose, e quando questo divenne grande poté sconfiggere suo padre Crono e liberare così i suoi fratelli.
Gli altri figli di Crono e fratelli di Zeus sono:
- Demetra (per i romani Cenere), dea dell'agricoltura, che aveva il compito di proteggere i raccolti;
- Poseidone (per i romani Nettuno), dio del mare che aveva il compito di proteggere i marinai;
- Ade (per i romani Plutone), dio dell'oltretomba, che aveva il compito di governare il mondo dei morti;
- Era (per i romani Giunone), dea protettrice dei matrimoni e della maternità.
Zeus (per i romani Giove), quando sconfisse suo padre Crono, divenne il terzo e definitivo re dell'Universo, padrone dei fulmini, governava gli dei e gli uomini. Zeus sposò sua sorella Era.
Zeus ed Era ebbero dei figli:
- Efesto (per i romani Vulcano), dio del fuoco;
- Ebe (per i romani Ebe), dea della giovinezza;
- Ares (per i romani Marte), dio della guerra.
Dalla testa di Zeus nacque tutta armata Atena (per i romani Minerva), ella proteggeva le città.
Zeus e Atena ebbero dei figli:
- Afrodite (per i romani Venere), secondo una leggenda era nata dal mare, mentre un'altra leggenda dice che è figlia di Zeus; Afrodite era la dea della bellezza e dell'amore;
- Ermes (per i romani Mercurio), era il messaggero degli dei;
- Dionisio (per i romani Bacco), era il dio del vino e della gioia;
- Apollo (per i romani Apollo), era il dio della profezia, il più amato dagli degli dei dei greci;
- Artemide (per i romani Diana), era la dea della caccia.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email