Ominide 1069 punti

Durante il Paleolitico (periodo storico che va da 2.5 milioni di anni fa al 10.000 a.C. circa) le specie umane erano in continua evoluzione, in quanto dovevano adattarsi ai cambiamenti ambientali e alla selezione naturale.

La prima specie del genere Homo, l'Homo habilis comparve sul pianeta (per esatezza nella savana africana) circa 2.5 milioni di anni fa e le sue caratteristiche peculiari erano la capacità di costruzione dei primi strumenti di pietra (come i chopper), aveva una dieta onnivora e viveva in comunità.

Circa 1 milione di anni dopo la selezione naturale diede lo scettro all'Homo erectus, famoso nella storia per essere stato in grado di accendere e conservare il fuoco,realizzare manufatti complessi (come le amigdale) e la capacità di elaborare pensieri astratti. Le comunità dell'Homo erectus erano nomadi, infatti si spostavano dall' Africa all'Asia e all'Europa.

In Europa la loro evoluzione portò alla comparsa dell' Homo neanderthalensis

,che si estinse intorno a 30.000 anni fa a causa delle scarse risorse alimentari.

Dalla selezione naturale ne uscì vincitore l'Homo sapiens (la nostra razza), che è comparsa nell'Africa intorno a 200.000 anni fa e popolò anche la maggior parte degli altri continenti. Inoltre sviluppò un linguaggio evoluto e inserì i primi culti religiosi,le cui divinità principali erano femminili e il sistema era matriarcale.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email