Ominide 49 punti

La Germania di Guglielmo II e le nuove alleanze
.

L'equilibrio politico europeo si rompe nel 1890 con le dimissione del cancelliere tedesco Bismarck, causate da contrasti con Guglielmo II. La nuova politica estera aggressiva della Germania, spinge alcuni Stati europei a formare alleanze: l'Intesa Cordiale tra Francia e Gran Bretagna, e, nel 1907 la Triplice Intesa fra Gran Bretagna, Francia e Russia, contrapposta alla Triplice Alleanza fra la Germania, l'Austria-Ungheria e l'Italia.

L'Impero Austro-ungarico

L'Impero Austro-ungarico basa ancora la sua economia sull'agricoltura, anche se alcune aree sono molto industrializzate. Il potere rimane nelle mani delle strutture sociali tradizionali tipo la Chiesa e grandi proprietari terrieri. All'inizio del 1900 si acuiscono i contrasti fra le varie etnie dell'Impero, soprattutto gli Slavi che vogliono la loro autonomia.

Le riforme in Gran Bretagna

In Gran Bretagna, nel 1906, i liberali vincono le elezioni; la loro politica, rispetto a quella dei Conservatori, è meno aggressiva in campo coloniale e attenta alle riforme sociali: riduzione dell'orario di lavoro, assicurazioni per la vecchiaia a carico dello Stato. Dal 1911 i Lord accettano la legge che limita i loro privilegi. Nel 1914 il Parlamento vara la legge detta Home Rule a favore dell'Irlanda, ma purtroppo non entra in vigore per l'avvicinarsi della Prima Guerra Mondiale.

L'età progressista degli Stati Uniti

Gli Stati Uniti vivono un periodo d'intenso sviluppo industriale, ma l'economia è dominata dalle grandi società d'affari e la povertà è ancora diffusa. Per evitare divisioni interne viene avviata una serie di riforme che dà al periodo il nome di ''età progressista''. L'iniziatore dell'età progressista è il repubblicano Theodore Roosevelt seguito poi dal democratico Woodrow Wilson. Viene limitato l'orario di lavoro, tutelato il lavoro dei minori; viene infine introdotta una tassa progressiva sul reddito. Inoltre la scuola elementare diviene gratuita.

La Rivoluzione russa del 1905

Anche la Russia tenta la strada dell'industrializzazione, ma bloccata su un'agricoltura arretrata non cambia l'economia della società. La maggioranza della popolazione vive in condizioni miserevoli. La guerra contro il Giappone fa alzare ancora i prezzi dei generi di prima necessità, cosi facendo scoppiare numerose rivolte. Si inasprisce anche l'antisemitismo, con veri e propri massacri che costringono molti Ebrei a fuggire in Europa e negli Stati Uniti.

La rivoluzione messicana

In Messico il presidente Diaz vince le nuove elezioni grazie ai brogli. I contadini esasperati si ribellano per le misere condizioni di vita. Nel 1911 viene eletto presidente Francisco Madero che deve affrontare lo scontro tra i moderati e i rivoluzionari guidati rispettivamente da Pancho Villa ed Emiliano Zapata. La lotta porta le dimissioni e l'assassinio di Madero, Zapata viene anch'esso ucciso mentre Villa si ritira dalla lotta armata venendo poi assassinato. Presidente dal 1917 è Venustiano Carranza.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email