Ominide 1778 punti

Intorno al 1000 l’Europa rifiorì: furono inventati nuovi modi per coltivare, raccolti abbondanti, popolazione aumentata , le città diventarono di nuovo dei centri importanti, le navi e le carovane collegavano punti anche distanti.
Il cristianesimo era una specie di grande comunità religiosa espansa e seguita in tutta Europa cristiana con grande entusiasmo. Iniziò a espandersi oltre il confine verso i territori non cristiani in Palestina contro l’Islam , in Spagna contro gli Arabi e alla conquista di territori slavi nell’Europa orientale. Aumentò l’intolleranza verso chi aveva altre idee religiose e comportamenti diversi e si arrivò anche allo sterminio. Intorno all’anno 1000 l'Europa era in gran parte cristiana (per eccezione della Spagna meridionale e l’area del Baltico). C’erano una zona che la religione cristiana considerava sacra e la voleva conquistare: la Palestina che era in terra musulmana. Si mosse in armi contro questi luoghi sostenendo di liberarli dagli infedeli estiva anche una seconda motivazione economica perché da queste terre si potevano ricavare molti benefici. Tra il XI e il XIII sec i cristiani scesero in guerra contro l’Islam.

I cristiani dalla pace alla guerra santa

La decisione di combattere fu nuova perchè i cristiani erano un popolo molto pacifico che non avevano mai conosciuto la guerra santa , né avevano spinto i propri fedeli a uccidere in nome di Dio.
Erano stati educati sulle basi dei comandamenti “non uccidere” e “ama il tuo prossimo “,Il Cristianesimo non la ammetteva una guerra aggressiva ma difensiva che nessuno avrebbe dovuto combattere per impadronirsi di un bottino e nemmeno colpire persone disarmate come donne ,monaci e bambini. Fino a qualche anno fa chi versava sangue doveva subire enormi pene ora invece la situazione sembra addirittura rovesciata.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità