Breve storia d'Italia dopo l'unità

Destra Storica

Nella storia italiana la destra storica era il gruppo politico liberale e moderato che stette al governo dal 1861 al 1876. Nel 1861 il governo Ricasoli dette a tutto il regno lo statuto Albertino che “piemontesizzò” così tutta l’Italia. Nel 1862 fu emanata la legge Casati, che garantiva l’istruzione ai bambini dai sei ai nove anni. dal 1861 al 1865 ci furono vari problemi al sud. Vista la mancata riforma agricola che avrebbe dovuto garantire ai contadini una terra da coltivare, il servizio militare obbligatorio e il rafforzamento dei latifondisti si cominciò a formare della rabbia. Tutta questa rabbia si espresse nella forma più violenta, il brigantaggio. I briganti avevano dei rifugi sulle montagne da cui scendevano e uccidevano e saccheggiavano. I contadini li sopportavano, ma li proteggevano anche perché li vedevano come degli alleati contro i grandi signori. Dal 1866 al 1870 ci furono vari tentativi di unire tutta l’Italia che poi andarono a segno conquistando il veneto e Roma. Per riuscire a portare in parità il bilancio la destra storica dovette imporre pesanti tasse fra cui le imposte indirette e una tassa sul macinato imposta nel 1868. Visti i problemi fra il regno e il papato nel 1871 fu emanata la legge delle Guarentigie che garantiva al papa diversi palazzi, una somma annua e la libertà, ma Pio IX rifiutò e disse ai cittadini credenti di non partecipare alla vita politica, così il numero di votanti già vertiginosamente basso si abbassò ancora di più. Però il più grande traguardo della destra storica fu sicuramente portare il bilancio in pareggio; fu un grande risultato perché le uscite superavano le entrate del 60%! Però nel 1876 la destra perdette la maggioranza e di conseguenza pure la guida del governo.

Sinistra Storica
Nella storia italiana è il gruppo liberal-democratico ed ex garibaldino che stette al governo dal 1876 al 1883. Il re scelse come capo del governo Agostino Depretis, esponente della sinistra moderata. Nel 1877 viene emanata una riforma scolastica che obbliga i bambini dai sei ai nove anni ad andare a scuola. Nel 1880 la tassa sul macinato in precedenza imposta dalla destra viene abolita. Nel 1882 venne emanata una riforma elettorale che portò la percentuale di votanti dal 2% al 7%. Nel 1882 il programma da moderato divenne conservatore, infatti Depretis cercò l’appoggio di deputati di destra che ottenne con favori o soldi. Questo metodo politico venne nominato in modo dispregiativo trasformismo. Il 20 maggio 1882 Depretis firmò la Triplice alleanza (patto difensivo segreto) che comprendeva Germania e Austria. Alla fine dell’800 il governo di sinistra impose forti dazi sui prodotti provenienti dall’estero per proteggere l’industria nazionale. Questa cosa funzionò con il Nord che venne favorito, ma non con il sud che ci perse pure in questo caso. Nel 1882 la sinistra acquistò la baia di Assab (che fu il primo possedimento sul mar Rosso). Dal 1883 al 1886 la legislazione sociale limitò l’utilizzo del lavoro minorile.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email