Civiltà indiana


L’India è una vastissima regione asiatica, affacciata sul mare, divisa a Nord dal resto del continente da grandi catene montuose, attraversata da immensi fiumi.
Fu abitata nella preistoria forse da popolazioni di stirpe mediterranea e da negri, successivamente vi si trasferirono gli Indoeuropei, mescolandosi alle popolazioni preesistenti.
Già queste ultime avevano elaborato una fiorente civiltà del bronzo, detta civiltà dell’Indo, alla quale seguì la civiltà degli Indoeuropei, detta civiltà vedica.
Si ebbero poi il periodo hindu e la diffusione della religione di Budda. Vennero costruite grandi città, templi Immensi, strade, grande impulso fu dato alla produzione agricola, all'attività tessile, alla lavorazione dei metalli. Grande diffusione raggiunsero la scultura, la pittura, l'architettura, con realizzazioni davvero straordinarie (templi di Bamijan, con statue di Budda alte 53 e 35 metri, tempio di Belur). Anche la letteratura e le scienze ebbero notevole sviluppo: ricordiamo il poeta Kalidasa, autore di poesie e drammi, nonché il matematico Brahamagupta. È da dire che, nel campo scientifico, la cultura indiana subì un certo influsso da quella greca, conosciuta dopo il tentativo di invasione di Alessandro Magno ed anche successivamente.
Più tardi l'India si suddivise in diversi imperi, fra i quali quello del Deccan, centro di una raffinata civiltà (pitture di Ajanta, altorilievi di Ellora), l’impero dei Nepal (templi di Darbar e Patan), l’impero dell’Assam (palazzo di Udaipur).
Dal XIII secolo d.C. l’India venne invasa dai Turchi musulmani, con i quali si diffuse ne! paese la civiltà musulmana.
Una dura lotta per l’indipendenza dai Musulmani venne condotta dai Marahata, una tribù indiana che riuscì a liberare gran parte del territorio; tuttavia la lotta dové proseguire contro le potenze europee (Inghilterra e Francia) che, siamo ormai nel XVIII secolo, miravano a impadronirsi dell’india. Nel XIX secolo l'Inghilterra riuscì a fare dell'India un dominio coloniale, ma dopo una lunghissima lotta (guidata da uomini come Gandhi, Nehru) finalmente l’India è divenuta uno stato libero (1947).
Dalla civiltà indiana è stata influenzata la civiltà indonesiana, cioè quella delle regioni che oggi si chiamano Federazione malese, Borneo, Gìava, Molucche (repubblica indonesiana).

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email