Borboni al trono in Francia e Restaurazione in Francia


La caduta di Napoleone aveva riportato sul trono di Francia i Borboni, nella persona di Luigi XVIII.
La situazione del paese era difficile, le guerre napoleoniche avevano arricchito smisuratamente la parte più ricca della borghesia, ma avevano Impoverito tutte le altre categorie sociali.
Migliaia di uomini erano stati sottratti, per anni, alle attività produttive. Il triste bilancio di vittime provocato dalle imprese militari fece sì che la ripresa lavorativa nel periodo di pace risultasse difficile, a causa della mancanza di mano d’opera maschile. Crisi si verificò anche per le industrie che avevano lavorato a pieno regime durante la guerra per forniture militari: cessati i conflitti queste industrie non ebbero più nulla da produrre.
Nell’età napoleonica, inoltre, l'agricoltura era stata trascurata a favore delle industrie belliche. Le conseguenze di questa assurda politica si videro quando cessò l’afflusso in Francia delle merci e dei viveri forniti obbligatoriamente dalle regioni che Napoleone aveva conquistato e si diffuse una grave carestia di prodotti alimentari, con conseguente aumento dei prezzi.
Per giunta il ritorno del re aveva determinato il ritorno al potere di nobiltà e clero che, unitisi ai più cospicui esponenti della borghesia (quella arricchitasi con la produzione bellica e le speculazioni), pretendevano di governare il paese in maniera antiquata e autoritaria, come se la grande Rivoluzione non ci fosse mai stata.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità