Eliminato 163 punti

Napoleone Bonaparte

Sono tante le piccole curiosità nella vita di Napoleone. Secondo figlio di Carlo Bonaparte, riuscì ad avere un'ottima istruzione grazie al fatto che il padre abbandonò la causa dell’indipendenza còrsa per passare dalla parte degli invasori. Ottenne così due borse di studio per i figli. Napoleone ricevette un'ottima istruzione ad Autun, a Brienne e alla scuola militare di Campo di Marte. Brillò soprattutto in storia, geografia e matematica. I compagni 1o prendevano in giro per il suo accento provinciale. Ed egli odiava la Francia, convinto che la Corsica avrebbe dovuto ottenere l’indipendenza. Intanto faceva vita di guarnigione, intervallandola con lunghi soggiorni in Corsica, dalla quale però i Bonaparte vennero proscritti come traditori dopo un'insurrezione generale nel 1793.
Napoleone riuscì a mettersi in luce durante l'assedio di Tolone, ma era ancora uno sconosciuto. Protetto dal fratello di Robespierre, Augustin, fece carriera. fino a quando, per la caduta dell'lncorruttibile, finì anch'egli in disgrazia e, accusato di avere cospirato a Genova con lo straniero, fu rinchiuso nel Fort Carré di Antibes. Liberato, rimase tra alterne fortune piuttosto in ombra fino a quando il 15 settembre 1795 fu addirittura radiato dall'armata. Iniziò il suo periodo più difficile, fatto anche di gravi ristrettezze economiche e dal tormento di non essere amato da Désirée Clary, di cui s'era invaghito e a cui indirizzava lunghe lettere sognanti. Era poco pratico di donne. Anche quando la fortuna gli arrise in pieno, questo solitario orgoglioso che era Napoleone non seppe resistere alle seduzioni di Giuseppina de Beauharnais, la matura creola, amante di Barras, che egli volle sposare perché continuava a "bruciargli nel sangue" anche se era divenuta sua amante. Giuseppina aveva solo figli e debiti da offrire a Napoleone, e quindi questo matrimonio non fu per nulla motivato da arrivismo, ma piuttosto da grande ingenuità amorosa. «Mi sveglio pieno di te. I1 tuo ritratto e l'esaltante ricordo di ieri sera non danno requie ai miei sensi», le scrisse. Ella dapprima lo trovò buffo, ma infine acconsentì a sposarlo. I1 9 marzo 1796 ci fu il matrimonio. E tre giorni dopo Napoleone partì per la campagna d'Italia.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità