Ominide 477 punti

Gli Stati Uniti verso il 1929


Dopo Wilson si susseguono tre presidenti repubblicani, Harding, Coolidge e Hoover. La sua proposta di far entrare gli US nella Società Delle Nazioni viene bocciata dal senato, così Wilson e i democratici perdono a favore di coloro che vogliono far tornare gli US all'isolazionismo in politica estera, i repubblicani.
Si caratterizza come un isolamento con pochi interessi e interventi verso l'Europa. Si comincia a cercare una vera american way of life, perché gli americani non vogliono avere a che fare con l'Europa che si è dimostrata un'accozzaglia di nazioni suicide.
Sono anni ruggenti (Roaring Twenties), età del vitello d'oro con un incredibile boom economico, in cui il dio denaro si trasforma in una divinità biblica, il denaro si sviluppa in un'età prospera, ci sono grandi investimenti borsistici e le azioni danno più di quanto effettivamente si produce. Molti personaggi emergono dal nulla e nel nulla ritornano dopo aver passato un breve periodo sulla cresta dell'onda, al massimo dell'edonismo e della superficialità. Il mito degli anni ruggenti e la loro illusione di successo eterno si infrangeranno, però, contro il rigido muro della crisi del '29.
Negli anni '20 grazie ad Harding e Coolidge, con lo slogan della purezza, nasce il proibizionismo, per cercare di tornare alle origini dei pionieri, senza sesso o alcool. Ma diventa anche il motivo stesso dell'alcool con il mercato nero (Al Capone e contrabbandieri di alcool), dell'aumento della criminalità organizzata (polacca, ebraica, italiana). Questo cancro rimarrà tale fino agli anni '80 prima di lasciare spazio ad altre forme di criminalità organizzata, ma all'epoca possiamo incontrare la sua Golden Age.
Un'altra realtà si svilupperà soprattutto grazie al boom di un film, The Birth of a Nation (Griffith), molto apprezzato da Wilson, che racconta la nascita del Ku Klux Klan e la conseguente nascita del razzismo. Dal 1915 (uscita del film) al 1920 c'è il boom del KKK che si trasforma in un'organizzazione di milioni di aderenti, soprattutto nel sud, che adottano sistemi illegali nei confronti dei neri, perseguitati e segregati. Sono già presenti leggi segregazioniste che relegano i neri ad una razza inferiore, a parte da non mescolare con la razza bianca. Il KKK se la prende anche con i cattolici, gli italiani (considerati poco meno che neri, e la mafia nasce anche come difesa e protezione nei confronti degli aderenti al KKK), gli irlandesi. Nascerà, in seguito, anche un partito del Diritto degli Stati, un partito razzista che deciderà sulla segregazione di un determinato paese. Il sud degli Stati Uniti non è infatti ancora riuscito a superare il problema della sua dipendenza dal nord: per questo nascono gruppi estremisti come il KKK. Il nord, dopo avere vinto, utilizza anche una strategia punitiva nei confronti del sud molto arretrato, che si risolverà dalle condizioni post-guerra civile solo 100 anni dopo, con il presidente Johnson, che investirà moltissimo nel sud.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email