La Seconda Rivoluzione industriale(1870-1900)

La seconda rivoluzione industriale si caratterizza per i seguenti elementi:
- scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche: dinamo, motore a scoppio, telegrafia senza fili, dinamite, bacillo della peste, del colera e della tubercolosi, bicicletta, pneumatico, cinematografo;
- nascita nuove industrie o il rinnovamento di quelle già esistenti;
- rivoluzione dei mezzi di trasporto e di comunicazione, aperura di nuove vie di transito: canale di Suez, di Panama;
- organizzazione di fabbrica: viene razionalizzata la tecnica del taylorismo (la divisione delle mansioni affidando ad ogni lavoratore operazioni semplici e ripetitive), la produzione a catena, fordismo (catena di montaggio);
- introduzione nell’attività produttiva di elettricità e petrolio e la conseguente corsa ai pozzi petroliferi da parte delle grandi compagnie.

Conseguenze

Principali conseguenze della seconda rivoluzione industriale furono:
- miglioramento generalizzato del tenore di vita nelle città: igiene, trasporto, illuminazione, istruzione elementare gratuita e obbligatoria, miglioramento della legislazione del lavoro;
- crescita demografica determinata dal calo della mortalità;
- progressivo rafforzamento delle organizzazioni operaie;
- la grande depressione (1873-1896)

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email