La resa del Giappone e la fine della guerra.

Ancora guerra nel Pacifico, i giapponesi non si arrendevano.

Superiorità militare degli alleati nel Pacifico: a partire dal 1943, inglesi e americani avevano mantenuto l'iniziativa.

Contribuiva in modo determinante alla loro superiorità nuove portaerei, è il progressivo dominio dei cieli, dopo che i giapponesi non erano più in grado di colmare le perdite.

Autunno 1944: riconquista da parte degli alleati delle Filippine.

Primavera 1944: riconquista della Birmania con operazioni militari congiunta ma girata fagli inglesi.
Vittorie ma a prezzo mezzi e uomini soprattutto per isole okinawa e attacco al Giappone.

Nel luglio del 1945, in Messico, scienziati e tecnici americani guidati da Fermi, sperimentano la prima bomba atomica, è una volta morto Roosevelt, il successore Truman decide di stroncare ogni resistenza giapponese con l'impiego della bomba atomica: per forzare il governo giapponese alla resa risparmiando vite umane.

6 agosto 1945 Hiroshima (100000 persone morte) e Nagasaki (distrutte, 60000 morti)

14 agosto 1945 resa del Giappone senza condizioni, che viene formalmente sottoscritta dai suoi rappresentanti il due settembre a Tokyo. Intanto anche la Russia fa guerra al Giappone.

12 settembre 1945: firma tra Russia e America
Mc Arthur su nave Missouri.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità