Ominide 295 punti

ISIS

L'ISIS, o stato Islamico dell'Iraq e della Siria è un gruppo terroristico guidato da Abu Bakr al Baghdadi “ il califfo dei musulmani”fondato sui resti quasi del tutto smantellati di Al Qaeda. Fondato da Abu Musab al Zarqawi, il movimento inizia ad operare con una serie di attentati nel 2003, dopo l’invasione americana dell’Iraq allora guidato da Saddam Hussein. - Un anno dopo viene sancita l’affiliazione ad al Qaeda, tanto che il gruppo prende il nome di AQI, al Qaeda in Iraq: una mossa che permette ad al Zarqawi di rafforzarsi e a bin Laden di mantenere una posizione in Iraq. Dopo l’uccisione di al Zarqawi la leadership passa nelle mani di Abu Omar al Baghdadi e – dopo la sua morte, nel 2010 – da Abu Bakr al Baghdadi.Il divorzio tra al Qaeda e ISIS si consuma nel febbraio del 2014 e scrive la parola fine ad un matrimonio di interesse più che ad una storia di ideologia condivisa Lo scopo dell'Isis è la creazione di un califfato nei territori conquistati dai militanti dello Stato Islamico in Siria e Iraq. Al Baghdadi ha annunciato la nascita del Califfato,autoproclamandosi Califfo,nel giugno 2014.La rete dell’Isis però si è espansa al di fuori dei “confini” dell’autoproclamato “Califfato”: essendo l’organizzazione terroristica più ricca di sempre, grazie anche al pagamento dei riscatti e a un forte finanziamento che deriva dal Qatar, dove ci sarebbero le casse dello Stato Islamico, non ha trovato ostacoli. Il califfato propugnato dai terroristi in realtà è stato già istituito e, malgrado non riconosciuto dalla comunità internazionale, si estende per circa 35mila km in un territorio abitato da circa 6 milioni di abitanti. L'Isis si è sviluppato solo di recente, ottenendo però una vera e propria esplosione di consensi che hanno portato i suoi militanti a crescere da 1.000 a più di 80.000 mila combattenti in appena 3 anni. Tra loro anche cittadini europei, allettati dalla propaganda jihadista.

L'Isis preoccupa molto la comunità internazionale perché, al di là dei sui atti sanguinari (tra cui ricordiamo le decapitazioni di vari reporter occidentali) e la propaganda anti occidentale, vanta un solido patrimonio ottenuto grazie a petrolio, razzie e donazioni che hanno reso in poco tempo l'Isis il gruppo terroristico più ricco in assoluto.
Cosa vuole l'Isis? C'è chi sostiene che obiettivo principale sia quello di costituire uno stato. Tuttavia la propaganda e le risorse di questo gruppo altamente organizzato la dice lunga: sebbene non riconosciuto, quello dell'Isis rappresenta già di per sé un apparato con una struttura gerarchica si tratterebbe di feroci e pericolosi assassini da contrastare assolutamente. 

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email