Ominide 3880 punti

La prima rivoluzione industriale si articolò in due momenti:
-il primo periodo dal 1770 al 1830 caratterizzato dall'espansione della produzione tessile.
-il secondo periodo dal 1830 in poi che fu caratterizzato dall'avvento delle ferrovie e dal rafforzamento della siderurgia.
Inoltre vi fu un andamento caratterizzato dalla ciclicità.
Non bisogna affermare che le innovazioni derivino per conseguenza dalla rivoluzione scientifica poichè esistono due storie diverse:
-quella dei tecnici che erano uomini anche privi di cultura ma geniali poichè miglioravano la vita dell'uomo;
-quella degli scienziati che teorizzavano ed erano poco predisposti a spingersi al di là delle proprie scoperte per rivelarne i vantaggi.
Il primo settore che venne trasformato fu quello tessile poichè vi fu una reazione a ccatena data dall'introduzione delle macchina che implicava un aumento della produzione e di conseguenza la meccanizzazione della fase successiva. Ciò comportava una strozzatura che richiedeva un'altra macchina. Con l'invenzione dei filatoi idraulici vennero sostituiti quelli azionati manualmente dall'operaio e la produttività aumentò moltissimo e si concentrò in fabbriche situate nei luoghi prossimi ai corsi d'acqua.

La produzione dei tessuti richiedeva anche il candeggio che era un processo apposito per lo sbiancamento della lana o della tintura dei tessuti. Per mantenere lo sviluppo della chimica al passo con le invenzioni meccanicheera necessario l'intervento di uomini che avessero ricevuto un'istruzione scientifica vera e propria.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email