Erectus 1160 punti

Politica estera e guerra d'Etiopia

In politica estera, almeno fino al 1935,nonostante i proclami minacciosi, Mussolini si dimostrò molto moderato: stipulò un accordo con la Jugoslavia (27 giugno 1924) che portò all'annessione di Fiume , mentre i rapporti con l’Inghilterra rimasero buoni fino alla spedizione italiana in Etiopia.

Nel gennaio 1935, attraverso un accordo segreto, la Francia, ansiosa di guadagnarsi un appoggio italiano contro la Germania (ormai dominata da Hitler), dette via libera a Mussolini per la conquista dell’Etiopia .Ampliare i possedimenti coloniali era per Mussolini molto importante, non soltanto per motivi di propaganda e di prestigio internazionale (ciò avrebbe dato in Europa l’immagine di un’Italia militarmente forte)ma anche perché ciò avrebbe permesso di dare sfogo all'eccesso di manodopera italiana che in patria non trovava impiego (gli emigranti avrebbero potuto dirigersi verso l’Africa italiana e continuare a produrre per il proprio Paese ). Si sperava poi che le colonie risolvessero il problema della scarsità di materie prime (ma l’Etiopia non si mostrò, da questo punto di vista, un Paese ricco).L’Africa appariva inoltre come il luogo più idoneo nel quale poter trasferire i fascisti più turbolenti che creavano preoccupazione tra i ceti moderati ben disposti verso il regime.

Le sanzioni

Una volta attaccata, l’Etiopia si appellò alla Società delle Nazioni, che punì l’Italia con delle sanzioni, che però non ebbero conseguenze di particolare rilievo poiché vennero applicate in maniera parziale e senza il blocco di ferro, acciaio, zinco e petrolio, materie fondamentali in una campagna militare. Le sanzioni servirono a creare un clima di unità nel Paese, accendendo il patriottismo degli Italiani che aderirono con convinzione all'ultima guerra coloniale. (Noi tireremo dritti divenne lo slogan con cui Mussolini sintetizzò la situazione).Il 9 maggio 1936 Addis Abeba , la capitale, fu conquistata (la guerra fu condotta con bombardamenti e gas asfissianti).Venne così proclamato l’Impero dell’Africa Orientale Italiana .
•1936 -->Asse Roma-Berlino che sanciva rapporti amichevoli con la Germania di Hitler
•1937 -->Patto anticomunista tra Italia-Germania –Giappone
•1938 -->Leggi razziali contro gli Ebrei ,che rappresentano una delle pagine più vergognose della storia d’Italia.
•1939 -->Patto d’acciaio che alleava militarmente Italia e Germania.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email