Ominide 287 punti

L' espressione "periodo interbellico" indica il ventennio di pace trascorso tra 1918, fine della prima guerra mondiale ed il 1936, inizio della seconda guerra mondiale. Esso prende il nome anche di “Dopoguerra”. Il trattato di Versailles, che avrebbe dovuto siglare la pace fra le varie nazioni dopo la prima guerra mondiale, non risolve le grandi tensioni internazionali. Fra i maggiori eventi del periodo tra le guerre, si segnalarono :
L' avverto di dittature fasciste
il consolidarsi del comunismo in Unione sovietica
La grande depressione in seguito al crosso della borsa del 1929
La ripresa della Germania.
Il dopoguerra in Austria = In Austria durante il dopoguerra, dopo la sconfitta, un' assemblea costituente proclamò la repubblica con una costituzione democratica. In tal modo il popolo si divise nel Partito socialdemocratico e il partito cristiano-sociale.

Il dopoguerra in Francia = La Francia nel dopoguerra diede avvio ad un processo di crescita economica. In questo periodo incontrò anche una crisi del governo a causa delle divergenze fra conservatori e radicali. Alla metà degli anni trenta le forze democratiche e di sinistra si allearono e le sinistre vinsero le elezioni politiche del 1936 : al governo salì Leon Blum il quale promosse un programma riformista e antifascista.

.
Il dopoguerra in Germania = In Germania la sconfitta della Prima Guerra Mondiale fu drammatica e il paese si divise : in Baviera viene proclamata la Repubblica Democratica e gli altri stati del Reich manifestarono volontà di autonomia. Gli alti ufficiali fecero pressione sull' imperatore Guglielmo II per farlo abdicare : dopo la fuga di questi a Berlino, venne proclamata la Repubblica. Fu costituito un governo provvisorio. I socialisti intanto di erano divisi in 3 gruppi : partito socialdemocratico, che erano contro la rivoluzione, i socialisti indipendenti, che proponevano riforme economiche e gli spartachisti (o lega di Spartaco), che erano l' estrema sinistra e volevano la rivoluzione socialista. Il 30 Dicembre 1918 gli spartachisti fondarono il partito comunista tedesco. Quando nel 1929 ci fu la crisi economica internazionale inizia l' ascesa al potere di Hitler.
Il dopoguerra in Gran Bretagna = Subito dopo la fine della Prima Guerra Mondiale la Gran Bretagna assiste al declino dei liberali e l' ascesa dei conservatori e dei laburisti.

Il dopoguerra in Italia = In Italia il dopoguerra evidenziò la fragilità delle istituzioni italiane che causò una crisi interna che portò alla instaurazione di una dittatura. Le difficoltà economiche gravarono sulle fasce sociali più deboli. Così iniziò il biennio rosso del 1919 e 1920 fatto di durissime lotte sociali e sindacali : ci furono inoltre scioperi e tumulti contro il carovita. Dopo queste lotte i lavoratori ottennero aumenti salariali, riduzione della giornata lavorativa a 8 ore, i braccianti delle campagne ebbero aumenti di paga. Nel 1919 nacque il primo partito politico italiano di ispirazione cattolica : il Partito Popolare Italiano. A causa del clima teso del dopoguerra il fascismo ebbe una rapida ascesa. Mentre il fascismo si consolidava, il socialismo si indeboliva a causa delle divisioni al suo interno. Al congresso di Livorno nel 1921 nasce il Partito Socialista Unitario con a capo Giacomo Matteotti, il quale verrà assassinato nel 1924.

Il dopoguerra in Unione Sovietica =L' unione sovietica riemerge dalla guerra civile in condizioni di arretratezza più gravi di quella dell' età zarista. Si aprì una grande frattura tra il governo comunista e la popolazione e nel 1922 Stalin fu nominato segretario generale.

La crisi del 1929 = Negli anni Venti del dopoguerra ci fu un grande sviluppo economico. Le condizioni che resero possibile questo sviluppo furono : l' innovazione tecnologica, l' aumento della produttività, l' ampliamento dei consumi di massa. La crisi del 1929 scoppiò soprattutto a causa della sovrapproduzione. Inoltre emersero difficoltà nel settore agricolo e una grande quantità di denaro fu investita nella Borsa. Ma all' enorme crescita del mercato dei titoli azionari non corrispondeva un aumento della ricchezza prodotta e consumata : quando inizio a scendere l' indice di Wall Street tutti vendettero per paura. Nelle banche tutti si precipitarono a ritirare i propri depositi e le banche furono costrette a ridurre drasticamente i finanziamenti. Così si interruppe il flusso di capitali statunitensi verso l'Europa e questo provocò una recessione economica in tutti i paesi industrializzati e un aumento della disoccupazione. Questa situazione spinse tutti gli stati a rinchiudersi economicamente. Il periodo interbellico ebbe fine 1936,dopo esso infatti ci furono varie lotte e contrasti che portarono all’ apice del potere Hitler e Mussolini e allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità