Ominide 6604 punti

Ottocento - Tema dell'unità nazionale

Dopo essersi affacciato una prima volta durante il "triennio rivoluzionario" di fine Settecento, il tema dell'indipendenza e unità d'Italia conobbe, dopo il fallimento delle repubbliche giacobine (si tratta delle repubbliche Cisalpina, Ligure, Romana e Napoletana, sorte con l'arrivo delle armate francesi nel 1796), una lunga fase di appannamento: prima, perché esso non figurava affatto nel programma politico di Napoleone, che dominò la penisola dal 1800 al 1814 istituendovi regni (non repubbliche) dipendenti dalla Francia, anche se la semplificazione della geografia politica italiana e l'uniformazione giuridico-amministrativa introdotte dall'imperatore francese esercitarono indirettamente un'influenza sulla maturazione del processo unitario; poi, caduto Napoleone, perché le chiusure politiche della Restaurazione e la debolezza delle società clandestine impedirono il formarsi di un programma politico condiviso a livello nazionale. I moti insurrezionali del 1820-21 e del 1830-31 agitarono in prevalenza obiettivi di riforme costituzionali, che solo in alcune situazioni (Piemonte e Lombardia) si accompagnarono a progetti, peraltro vaghi, di indipendenza e di unità. Dopo i falliti moti del 1830-31, tuttavia, la lotta e la riflessione politica compirono un importante salto di qualità, cui dettero un determinante contributo gli esuli in Inghilterra, in Belgio, in Francia, collocati in un osservatorio politico meno angusto e più aperto di quello interno alla penisola. Anzitutto, maturò progressivamente l'idea che l'obiettivo dell'indipendenza dovesse essere connesso a quello dell'unificazione nazionale, superando la visione localistica delle esperienze precedenti e individuando nell'Austria il nodo dell'intero assetto italiano. In secondo luogo, fu abbandonato il modello della cospirazione e della società segreta, in favore di programmi politici chiari e di respiro generale, capaci di riscuotere il consenso dell'opinione pubblica. Vennero così alla luce diverse impostazioni ideologiche e politiche, diverse proposte, il cui confronto era destinato ad animare il processo risorgimentale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email