Ominide 6604 punti

Ottocento - Sistema bancario e libero scambio

Quello 1850-70 fu un ventennio di crescita spettacolare, che condusse le economie del "centro" europeo (Belgio, Francia, Germania) a colmare in gran parte il divario che le separava da quella inglese. Oltre all'applicazione generalizzata della tecnologia importata dall'Inghilterra e ai grandi progressi nei trasporti e nelle comunicazioni, un ruolo decisivo fu giocato dalle trasformazioni del sistema finanziario e dalle politiche commerciali liberoscambiste. La "rivoluzione finanziaria" del XIX secolo ebbe al centro una nuova concezione e funzione economica della banca. Alla banca di vecchio tipo, che forniva crediti a breve termine a sostegno di iniziative commerciali, si affiancò la banca di investimento , ossia una società che raccoglieva capitali dai risparmiatori e li utilizzava in crediti a medio e lungo termine per investimenti industriali. In Germania, la banca d'investimento si realizzò nella forma della banca mista (o universale), che adempiva alla raccolta di fondi e al credito a breve termine, ma al tempo stesso promuoveva società industriali ed erogava finanziamenti a lungo termine.

Altrettanta importanza ebbe lo sviluppo del settore commerciale. Tra il 1850 e il 1870 il volume del commercio mondiale aumentò di oltre tre volte, mentre fra il 1800 e il 1840 non era neppure raddoppiato. Questo processo fu favorito dall'adozione, dap parte dei governi europei, di politiche liberoscambiste, con l'abbandono o almeno la forte riduzione delle tendenze al protezionismo dominanti sino alla metà del secolo. Tra il 1860 e il 1870 furono perciò firmati una serie di contratti commerciali che abbattevano o riducevano fortemente i dazi su molte merci.
L' "età d'oro" del libero scambio durò poco più di dieci anni: ma intanto, un dato fondamentale della realtà economica contemporanea, ovvero l'esistenza di un mercato mondiale delle merci, era definitivamente acquisito.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email