Ominide 3880 punti

La macchina a vapore permise lo sfruttamento di nuove fonti di energia attraverso l'utilizzazione dell'energia chimica del carbone. Tutto ciò si ebbe grazie all'ingegnere scozzese James Watt che nel 1769 perfezionò la macchina a vapore inventata da Thomas Newcomen qualche anno prima. La macchina a vapore fu importante per la sua genericità dato che fu utilizzata in vari settori e con la sua applicazione vi furono varie modifiche:
-nell'attività mineraria poichè la macchina consentì di introdurre aria nelle miniere e prosciugare acqua dei pozzi;
-nell'agricoltura poichè vennero introdotte le macchine agricole;
-nei trasporti con la ferrovia e il battello a vapore;
-nell'industria con la possibilità di situare le fabbriche nelle città e non più vicino ai corsi d'acqua.
Lo sviluppo dellindustria inglese si basò sull'autorinanziamento poichè le imprese reinvestivano i profitti sfruttando la manodopera. Successivamente vi fu la nascita delle società per azioni: il capitale di una azienda venne diviso in varie quote chiamate azioni. La Borsa divenne lo specchio dell'economia del paese. Inoltre con la ferrovia e la siderurgia vi fu un coinvolgimento delle banche e dello stato e questa evoluzione avvenne gradualmente in Inghilterra.La produzione dei tessuti richiedeva anche il candeggio che era un processo apposito per lo sbiancamento della lana o della tintura dei tessuti. Per mantenere lo sviluppo della chimica al passo con le invenzioni meccanicheera necessario l'intervento di uomini che avessero ricevuto un'istruzione scientifica vera e propria.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email