Lo sviluppo industriale è stato caratterizzato da quattro fasi:
-La rivoluzione industriale che nacque nel Settecento in Gran Bretagna a causa della disponibilità di capitali, dell'abbondanza di manodopera e dell'invenzione di nuovi macchinari. All'epoca la Gran Bretagna si estendeva in America, Asia e Africa e ciò causò l'aumento della popolazione che fu concentrata in fabbrica dove la divisione del lavoro era diviso in fasi semplici (factory system). Tutto ciò avvenne anche grazie allo sviluppo dell'industria tessile e all'uso del carbon fossile (al posto delle fonti rinnovabili) nella macchina a vapore brevettata da James Watt nel 1782.
-Lo sviluppo della siderurgia e della chimica grazie alla nascita del piroscafo e della locomotiva che divennero il simbolo della rivoluzione inglese caratterizzata dal binomio carbone-acciaio e dallo sviluppo della borghesia imprenditrice e dei sindacati.
-L'avvento dell'elettricità e del petrolio che favorì la diffusione dell'industria dalla Gran Bretagna all'Europa centro-occidentale al Nordamerica. Ciò favorì lo sviluppo dell'industria idroelettrica, della siderurgia, dell'industria alimentare, dell'industria tessile e dell'industria alimentare.

-La rivoluzione informatica e telematica che favorì il telelavoro, cioè la possibilità di lavorare da casa attraverso il computer.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email