Quali sono stati gli strumenti del tentativo di fascistizzazione della società?

La propaganda, ma soprattutto l’inquadramento burocratico gerarchico della popolazione in associazioni, senza nessuna autonomia perché tutte controllate dagli organismi del partito; c’erano diverse associazioni:
̵ L’opera nazionale dopo lavoro che organizzava il tempo libero con gite, gare sportive, attività che prima erano lasciate alla libera scelta degli individui o alle organizzazioni come sindacati e Chiesa, vennero gestite dal fascismo.
̵ Il fascismo cercò di organizzare e irreggimentare anche lo sport (il Coni l’ha creato il fascismo). Lo sport per i regimi totalitari era un elemento di propaganda per evidenziare i successi. (la Germania est vinceva medaglie in numero superiore alla Germania ovest, nonostante il livello di vita fosse diversissimo perché era un modo per sottolineare al mondo la potenza di regime).
̵ Le organizzazioni più importanti erano quelli dei giovani, perché erano più facilmente plasmabili: vi erano i fasci giovanili, Guf (Gruppi Universitari Fascisti) e l’Opera Nazionale Balilla, quella associazione che irreggimentava i ragazzi tra i 12 e i 18 anni, che garantiva l'educazione fisica, l'istruzione pre-militare e l'indottrinamento ideologico; sotto i 12 anni c’era un’organizzazione chiamata I figli della lupa.

Attraverso queste organizzazioni sportive, pre-militari, educative, il fascismo cercò di plasmare la società (non solo lo Stato) facendo leva sui giovani per inculcare i suoi valori, la sua visione del mondo. Da questo punto di vista il regime fu totalitario, per l’intenzione di plasmare la società, di cambiare il modo di agire e di pensare.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email