Video appunto: Grande Guerra - Dopoguerra in Europa e i Quattordici Punti di Wilson

Grande Guerra - Il Dopoguerra in Europa e i Quattordici Punti di Wilson



Il nuovo ordinamento mondiale



Il presidente americano Wilson, quando aveva deciso di entrare al fianco dell’Intesa, aveva dichiarato che l’intervento degli Stati Uniti aveva come obiettivo la diffusione nel mondo del principio dell’autodeterminazione dei popoli[/i].

Wilson proponeva uno scenario nel quale ogni popolo avrebbe goduto del diritto di darsi un governo autonomo, liberandosi dell’indipendenza da altre nazioni e decidendo da sé senza condizionamenti esterni.

I quattordici punti di Wilson



I Quattordici punti di Wilson era un documento che definiva una serie di principi guida sulla base dei quali costruire un nuovo ordine mondiale sulle macerie della vecchia diplomazia occidentale. Esso proponeva un insieme di norme valide per tutti gli stati del mondo, non sulla base della forza, ma sulla base della democrazia tra i popoli, come per esempio: la libera navigazione sui mari, la soppressione delle barriere doganali, la creazione di un “associazione di nazioni” (ONU) allo scopo di promuovere per tutti gli Stati uguali garanzie di indipendenza e integrità territoriale.