pser di pser
Ominide 5819 punti

CADETTI E SOCIAL RIVOLUZIONARI

Nel sistema politico che vigeva in Russia all’epoca della Prima Guerra mondiale vi erano dei partiti che rappresentavano l’opposizione al potere zarista: il primo schieramento è quello dei cadetti, così chiamati dalla sigla KD, che costituivano il partito costituzional democratico, che si batteva appunto per la concessione di una costituzione e l’elezione dei rappresentati del parlamento e quindi non voleva eliminare completamento lo zar ma era propensa e ben disposte a riforme conformi alla sua politica. Un secondo partito è quello social rivoluzionario, un partito tipicamente russo che non trova corrispondenti in altre nazioni europee, nato dalla fusione di due partiti, quello populista e quello anarchico. Il movimento populista era nato nella Russia dell’800 e si batteva per il riconoscimento dei diritti ai contadini: in effetti la condizione dei contadini russi era pessima, se paragonata a quella del resto dell’Europa poiché la servitù della gleba era stata abolita solo nel 1860, e la maggioranza della popolazione era appunto costituita da contadini che non abitavano nei grandi centri urbani, avevano un basso livello culturale, e propugnavano rivendicazioni di ordine pratico come la spartizione delle terre affidate a grandi padroni a loro e la possibilità di divenirne proprietari.

Il movimento populista aveva fatto sue queste rivendicazioni e all’inizio del 1900 si era fuso con il partito anarchico, da cui riprendeva la concezione che la difesa dei contadini non doveva essere perpetuata con mezzi blandi, ma con attentati, bombe e la violenza contro qualsiasi rappresentante del potere. La fusione con il movimento anarchico portò quindi all’aggiunta di nuove strategie come la lotta armate che radicalizzarono ancora di più le prese di posizione del movimento populista, che non si accontentava di semplici riforme, ma voleva il rovesciamento completo del potere dello zar.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email