Antagonismo anglo-tedesco

Era stata una delle preoccupazioni di Bismark mantenere i buoni rapporti con l'Inghilterra.
-Sul continente europeo lo status quo esistente coincideva per entrambe. Era comune anche il desiderio di impedire la spinta della Russia verso i Balcani e verso il Mediterraneo, Per diverse ragioni: la Germania proteggeva niente Renzi austriaci, l'Inghilterra la posizione di dominio nel Mediterraneo.

Fonte di conflitti:
-Politica coloniale, non sostenuta però da Bismark.
-dopo il 1890 l'ambizione di fare della Germania una potenza mondiale e le strade prescelte per questo fine.

La concorrenza commerciale:
-La Germania aveva un robusto assetto industriale, e andava sviluppando e produceva più di quanto il mercato interno potesse assorbire. Quindi aveva necessità dei mercati esteri, in concorrenza con l'Inghilterra che per molto tempo aveva avuto una posizione commerciale dei prodotti mignolo, per questo non avesse invece la forza militare perché non rinunciò mai ad una politica economica di libero scambio.

-In tutto il mondo del commercio del disco aveva un'efficiente organizzazione commerciale, e una poderosa flotta mercantile. Il commercio tedesco aveva un successo sempre più crescente, riuscendo a prevalere sull'Inghilterra, anche nell'esportazione dei prodotti: metallurgici, meccanici, chimici.
-Aspirazioni tedesche ad imporsi come potenza mondiale riguardavano anche il concetto di prestigio: soddisfazione di un orgoglio che si poteva saziare solo con l'umiliazione degli altri.

- Guglielmo II, nuovo Kaiser, nipote della regina Vittoria ma non ne sentiva il legame sia per gelosia che per soggezione (dal 1896 il conflitto con Sudafrica tra inglesi e boeri).
- Aveva sete di prestigio più la gelosia nei confronti dell'Inghilterra portarono ad un altro agonismo e due una reciproca diffidenza, che portò alla corsa agli armamenti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email